Mister Gautieri ha parlato in conferenza stampa dopo l’allenamento di rifinitura che precede Monza-Pisa. Ecco le sue dichiarazioni.

Queste le sue prime parole: “E’ stata una partita importante sotto tutti i punti di vista, manca la vittoria, ma siamo appena alla prima giornata. Mi permetto di dirvi che vedo troppi fischi e gente che si nasconde dietro una tastiera. Bisogna avere pazienza. Se la squadra gioca male è giusto che venga criticata. Voi fate il vostro lavoro e lo fate bene, ma per il mio modo di vedere alcune cose sono sbagliate, magari la rassegna stampa non la vedrò più e poi vedo troppe brutte parole da parte dei social.”

Ha senso dar peso alle parole scritte per sfogo sui social? “Bisogna essere trasparenti, magari mi apro un account anche io falso con cui elogio Gautieri dicendo che è il migliore allenatore del mondo.” 

Un commento sulle parole del presidente: “Il presidente ha detto che la squadra non è piaciuta, ma mi risulta che abbia anche detto che l’anno scorso la squadra abbia perso 3 o 4-0 e sia stata applaudita. Io per la mia squadra sono disposto a tutto e così dev’essere anche per gli altri, tifoseria, addetti ai lavori e società.”

I fischi dei tifosi: “Il tifoso paga il biglietto ed è giusto che si esprima come vuole. Non so se io eredito fischi che non hanno preso alcuni lo scorso anno. Questo è un anno diverso, un altro gruppo, altri giocatori etc. Bisogna aiutarli, dobbiamo far sì che tutti si esprimano al massimo. Dispiace perché siamo appena alla seconda giornata. Per quanto mi riguarda alcune critiche non sono giuste.”

Un confronto col Pisa di Gattuso: “Io devo guardare a quello che si fa adesso. Così si parte prevenuti, non va bene. La gente è libera di esprimersi come vuole, è un gruppo che va aiutato. L’allenatore è Carmine Gautieri che la Lega Pro l’ha vinta a Lanciano così come l’ha vinta anche Gattuso. Non sono l’ultimo arrivato.” 

Come arriva il Pisa contro il Monza? “Il Pisa arriva all’appuntamento con il Monza con la voglia di fare la partita e con la consapevolezze di migliorare i problemi emersi nelle due ultime sfide. Sappiamo che è un campionato difficile e arriviamo a questo appuntamento con la consapevolezza di fare bene. In tanti vengono dal campionato di D e hanno voglia di fare risultato. Bisogna temere tutti e rispettare ogni avversario, ma sapere che la nostra squadra è più forte, capirlo quanto prima per non commettere l’errore.”

Il Pisa è un gruppo nuovo, il Monza no. Quanto incide? “Tutto può incidere, il calcio non è una scienza, se una squadra però gioca da tanti anni insieme come il Monza forse può partire avvantaggiata su certe situazioni, ma noi abbiamo giocato 40 giorni in maniera intensiva per creare gruppo e affiatamento. Dobbiamo cercare di giocare bene e vincerla.”

Tutti convocati? “Il gruppo è al completo ad eccezione di Cuppone e Reinholds. Il primo per scelta tecnica, il secondo per un problema muscolare. Possiamo giocare con tutti gli schemi, anche col 4-2-3-1. nel corso della stagione si vedrà, per ora facciamo il 4-3-3 e continuiamo su questa strada”

Mannini? “Stiamo lavorando su Mannini terzino destro e opereremo su questa situazione. So che nasce esterno, ma oggi abbiamo quattro-cinque giocatori in quello schema e dobbiamo farlo rendere al massimo in questo ruolo che sta ricoprendo.”

Commenti

Condividi

Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume “Cento Pisa” per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell’inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto “La Bici Dopata” suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce “Finestra sull’Arena”, il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21.