Dicono che si possa guarire grazie all’arte, che abbia un potere sottile e influenzi gli umori. E se l’arte guarisce le persone, perché non può provare a guarire anche le città?

Pisa ha una ferita aperta da quasi quasi ottant’anni, sin dai bombardamenti del ’43. A due passi dal Giardino Scotto, al principio del Lungarno Galilei, la continuità dei palazzi è rotta da un vuoto, un muro spaccato reclamato da vegetazione incolta.
I pisani lo chiamano scherzosamente “il rudere del Pampana”, ma quel rudere un tempo era Palazzo Scotto-Corsini, dove il poeta Percy Bysshe Shelley dimorò dal 1821 al 1822.
La civiltà e l’urbanistica non sono riusciti a guarire questa ferita, e forse serviranno altri anni di denunce, processi e contenziosi per trovare un accordo, ma intanto ci ha provato la letteratura, con la nuova antologia del laboratorio ADA “La cassetta degli attrezzi dello scrittore”: “Lungarno Galilei n° 4 – Storie da un condomino che non c’è”.

Il lavoro della narrazione – ben lo sanno i partecipanti al laboratorio – è anche riempire i vuoti che la realtà regala.

Per questo si è deciso di inventarsi un mondo a un passo dal nostro in cui il palazzo non è mai caduto, immaginandosi, la notte della Luminara del 2020, chi lo abita e quali siano le sue storie.

Un professore inglese nostalgico della città in cui soggiornò in Erasmus, un topo d’appartamento e una gattara dalle sette vite, uno spacciatore agli arresti domiciliari e un giovane senegalese, una mantenuta dal passato misterioso e una ragazzina con la passione del disegno, un maniaco delle liste, un vecchio scorbutico e una dama della Pisa-bene sono i protagonisti delle storie di un condominio che non c’è.

“La cassetta degli attrezzi” è il laboratorio di scrittura creativa di ADA – Arsenale Delle Apparizioni coordinato da Federico Guerri. Nell’antologia hanno scritto: Flavia Bardelloni, Gaia Barillà, Simone Baroni, Francesco Cristaudo, Andrea Gemignani, Francesca Germanà, Daniele Matronola, Myriam Nissim, Andrea Partiti, Sara Tirabassi e le immagini di copertina sono di Claudio Guerrini.

Potete trovare “Lungarno Galilei n° 4 – Storie da un condomino che non c’è”, spesso assieme agli autori, in anteprima al Pisa Book Festival, allo stand delle Edizioni Il Foglio.

 

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.