Le iniziative della Città per non dimenticare le vittime dell’Olocausto. Celebrazione ufficiale in palazzo Gambacorti, incontri, mostre, proiezioni per le scuole

In occasione della Giornata della memoria, a fianco del programma istituzionale,  domenica 27 gennaio l’assessorato alla cultura del Comune di Pisa organizza in Sala Rossa a Palazzo Gambacorti (ore 17.30) l’incontro dal titolo “Se questo è un uomo”, per raccontare storie e volti dai campi di sterminio nazisti.

All’incontro, coordinato dall’assessore alla cultura, Andrea Buscemi, prenderà parte lo storico Federico Ciavattone che narrerà il tragico contesto dei campi di concentramento tedeschi fino all’ingresso delle truppe russe ad Auschwitz il 27 gennaio 1945.

Voci di attori leggeranno, poi, alcuni dei passi più toccanti tratti dalle pagine di Primo Levi, internato nel lager e che dedicò il proprio percorso letterario alla narrazione di uno dei periodi più tragici della storia dell’umanità. L’ingresso in Sala Rossa è libero, fino a esaurimento posti.

Sempre nella giornata di domenica 27 gennaio, FIAB e la Comunità Ebraica di Pisa propongono una biciclettata con visita guidata ai luoghi della memoria cittadini.
Il ritrovo è alle 9.00 davanti alla Sinagoga di Pisa, in via Palestro, il percorso in bici, di circa 15 km, toccherà il cimitero ebraico e il cippo posto in San Rossore, dove il 5 settembre del 1938 vennero firmate le leggi razziali. Il rientro a Pisa è previsto per l’ora di pranzo. La partecipazione è aperta a tutti. Ai non soci è richiesta la stipula di un’assicurazione giornaliera del costo di 2€ euro (rimborsabili in caso di tesseramento). Per velocizzare le operazioni di registrazione, ai partecipanti è richiesto di compilare il modulo apposito sul sito web. 

Il programma non si esaurisce nella giornata del 27.

Martedì 29 gennaio alla Scuola Normale Superiore (Sala Azzurra, ore 16.30) incontro “Quel poco che ancora oggi resiste”, con la visita al percorso espositivo sul tema a cura dell’Archivio Storico della Scuola Normale Superiore e le letture a cura degli allievi e allieve della SNS, del Liceo Classico “G. Galilei di Pisa e dell’IPSIA “A. Pacinotti” di Pontedera con intermezzi musicali. L’incontro è a cura della Scuola Normale Superiore con il patrocinio della Comunità Ebraica di Pisa.

Mercoledì 30 gennaio, alle ore 08.45, alla Questura di Pisa (via Lalli, 3) il Prefetto, Giuseppe Castaldo, e il Questore, Paolo Rossi, depongono una corona d’alloro alla targa commemorativa di Angelo de Fiore, Giusto tra le Nazioni e già Questore di Pisa, e alle 9.15 all’aeroporto “G. Galilei”, presso il giardino “Angelo de Fiore – Giusto tra le Nazioni”, sarà deposta una corona di alloro al monumento “Omaggio alla figura Angelo de Fiore”. Alle 09.30, aula Magna Sede Storica di Agraria (via del Borghetto) la cerimonia di intitolazione dell’aula storica di Entomologia a Enrica Calabresi e svelatura di una targa a suo nome, a cura dell’Università di Pisa.

Sempre nella mattina di mercoledì 30 gennaio, il Comune di Pisa, insieme alla Prefettura di Pisa e l’Ufficio scolastico di Pisa, organizza la celebrazione ufficiale in Palazzo Gambacorti (Sala delle Baleari, ore 10.00) con la consegna a cura del Prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo, della Medaglia d’Onore alla Memoria a Pio Bellini, deportato nel campo di Fraureuth dal 13 settembre 1943 all’8 maggio 1945. All’incontro sono previsti gli interventi di Michele Conti, sindaco di Pisa, Giuseppe Castaldo, prefetto di Pisa, Paolo Mancarella, rettore Università di Pisa, Maurizio Gabbrielli, presidente della Comunità Ebraica di Pisa, Bruno Possenti, presidente Anpi Pisa, Laura Geloni, presidente Aned Sez. di Pisa, Giacomo Tizzanini, direttore Ufficio Scolastico di Pisa. Nel corso dell’incontro previsti anche gli interventi degli studenti delle scuole di Pisa che hanno partecipato al Treno della Memoria: “Un tweet per non dimenticare”. L’Università di Pisa, poi, donerà a tutti i presenti il libro di Alfredo De Girolamo: “Campioni di altruismo – Storie di vite che ne hanno salvate altre: i ‘Giusti delle Nazioni’ in Toscana”. Previsto anche l’intervento dell’Orchestra d’archi del Liceo Carducci, diretta dalla professoressa Laura Sarti.

Alle ore 11.00, al Cineclub Arsenale, si svolgerà la proiezione per le scuole del film di Ornella Grassi” Una donna poco più di un nome”, dedicato a Enrica Calabresi, con gli interventi di Fabrizio Franceschini, direttore Cise, Alessandra Sforzi, entomologa, Ornella Grassi, regista. Le conclusioni sono affidate a Giuseppe Castaldo, prefetto di Pisa, Michele Conti, sindaco di Pisa, Giacomo Tizzanini, direttore dell’Ufficio Scolastico di Pisa, Paolo Mancarella, Rettore Università di Pisa. Nel pomeriggio, in sala delle Baleari (ore 17.30) l’incontro “Che fine fecero i beni sequestrati agli ebrei italiani?”, a cura dell’associazione culturale il Mosaico. Nell’atrio di Palazzo Gambacorti, prosegue, intanto, fino al 1 febbraio la mostra fotografica “Trasporto 81”, realizzata da Aned Sez. Pavia e Aned nazionale, a cura di Aned Sez. di Pisa.

Anche a febbraio, l’Aned interprovinciale di Pisa, poi, incontrerà gli studenti delle scuole cittadine, in particolare Istituto Alberghiero Matteotti, Liceo Russoli, Liceo Buonarroti, Scuole Secondarie di Primo Grado Fucini, San Piero a Grado, Niccolò Pisano di Marina di Pisa. Dal 28 gennaio al 2 febbraio al Cineclub Arsenale sono in programma per le scuole medie le proiezioni del film “Corri ragazzo corri” di Pepe Danquart (Germania, 108′), e dal 4 al 9 febbraio, riservato alle scuole superiori, “La douleur” di Emmanuel Finkiel (Francia, 127′).

 

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.