Un grande ritorno a Pisa. Per la rassegna “Smac – Semplici Monologhi Al Caracol” sul palco di via Cattaneo salirà David Riondino in “Sussidiario“. L’appuntamento è per giovedì 27 febbraio alle ore 21:30.

Sussidiario è uno spettacolo che ripercorre la carriera di David Riondino da quando ha iniziato il suo percorso artistico nel campo musicale. Riondino esordì poco più che ventenne con una bizzarra cooperativa di teatro-musica-animazione, denominata Collettivo Victor Jara, di cui fu uno dei fondatori insieme alla sorella Chiara. Oltre a varie esibizioni dal vivo con loro ha all’attivo due lp. Nel 1978 esordì poi come cantautore vero e proprio, dotato di una vivacità e un’inventiva non comuni, con l’album David Riondino, pubblicato dall’etichetta indipendente Ultima spiaggia, a cui fece seguito un’esperienza unica, come apripista della tournèe del 1978 di Fabrizio De Andrè con la PFM (Patrick Djavas e Franz Di Cioccio membri del gruppo avevano suonato nel disco di Riondino). Forse il clima dei palazzetti dello sport non era il più adatto alle sue surreali canzoni e alle sue gag però per Riondino questa fu un’esperienza importante. L’anno successivo Riondino pubblicò il suo secondo album, Boulevard, prodotto da Shel Shapiro, che conteneva fra le altre Ci ho un rapporto, già comparsa nel disco precedente, brano che Riondino cantò poi in una piccola apparizione nel film Maledetti vi amerò, esordio di Marco Tullio Giordana, dopodichè si dedicò all’attività di attore. Solo dopo 6 anni Riondino incise un nuovo album, Tango dei miracoli, uscito con illustrazioni di Milo Manara. Seguirono poi tre album pubblicati dalla CGD: Racconti picareschi del 1989, Non svegliate l’amore del 1991 e Temporale del 1994 in cui Riondino ha la possibilità di far sfoggio delle sue abilità canore e recitative. L’ultima sua pubblicazione è stata Quando vengono le ballerine?, uscito nel 1995 per le edizioni musicali Rossodisera

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.