Dal 5 febbraio si entra ufficialmente nell’anno del Maiale secondo il calendario cinese. L’appuntamento in città per festeggiare il Capodanno sarà sabato 9 al Museo della Grafica dove si darà il benvenuto al nuovo anno a partire dalle 16:00, con dei laboratori di calligrafia 书法, ritagli di carta 剪纸, nodi cinesi 中国结 e la cerimonia del tè 茶艺.

Alle 18:00 brindisi e piccolo rinfresco.

In attesa dell’evento di sabato 9, sempre grazie al lavoro messo in campo dall’Istituto Confucio della Scuola Superiore Sant’Anna, dal 5 al 7 febbraio a Pisa si terrà la nona edizione del “Pisa chinese film festival“, in collaborazione con la società di produzione Polis Srl e il patrocinio del Comune di Pisa. La Cina di Xi Jinping, proiettata verso una nuova fase di espansione commerciale e politica internazionale. Ma anche la Cina delle periferie più povere, così come quella nata dalla Rivoluzione Culturale lanciata da Mao Zedong nel 1966. Già “Regno di Mezzo” sotto alle dinastie imperiali, poi punto di riferimento politico e potenza mondiale alternativa, la Cina ha sempre suscitato una grande attrazione in Occidente.

Presso il Cinema Arsenale di Vicolo Scaramucci dal 5 al 7 febbraio verranno proiettate pellicole che avranno come filo conduttore la visione e la condizione della donna nella Cina dagli anni ’70 a oggi. Si parte martedì 5 con il conflitto intergenerazionale fra madre e figlia nella Cina di oggi, per dare poi uno sguardo alla gioventù negli anni della Rivoluzione Culturale. Mercoledì 6 verrà proposto un approfondimento sulla gioventù della Cina odierna, per poi addentrarsi nella parte del paese più povera e meno conosciuta in Italia. Giovedì 7 verranno analizzati i conflitti sociali contemporanei e la chiusura sarà affidata ad uno sguardo a lungo raggio su tre generazioni di donne appartenenti alla stessa famiglia che vivono il mutamento culturale del paese. 

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.