Quattro artisti, un robot e il coro dell’Università di Pisa insieme per la nuova sala di attesa sensoriale della Fondazione Stella Maris.

In occasione delle Festività di Natale l’IRCCS Fondazione Stella Maris e il Lions Club Pisa Certosa presentano uno spettacolo solidale, organizzato con la Fondazione Arpa, dal titolo “Con il Cuore per L’Innovazione”. I proventi dell’evento benefico saranno totalmente devoluti a un progetto innovativo da realizzare nella sede di Calambrone, che anticiperà la qualità con cui saranno pensati gli spazi a disposizione dei pazienti e delle loro famiglie nel nuovo Ospedale che l’IRCCS Fondazione Stella Maris realizzerà nell’area di Cisanello a Pisa.

In particolare, verrà sviluppata una sala di attesa sensoriale, che con innovative soluzioni hi-tech, è pensata per il bambino e la sua famiglia. Il know-how tecnologico sviluppato dagli specialisti di Stella Maris, sarà declinata in modo interattivo e multimediale per l’attesa del piccolo paziente. Il progetto intende introdurre un nuovo approccio nella relazione dello spazio ospedaliero con i suoi ospiti. Da anni l’IRCCS pisana mette a punto metodiche avanzate che, utilizzando le tecnologie, trovano applicazione in ambito diagnostico, terapeutico e riabilitativo. Il nuovo ospedale rappresenterà per la Fondazione un grandissimo passo in avanti nella direzione di un consolidamento ed ulteriore sviluppo dell’attività di ricerca ed assistenza ai bambini affetti da disturbi neurologici e psichiatrici.

Da quasi 60 anni la Stella Maris è “Speranza in azione” – commenta l’avvocato Giuliano Maffei, Presidente della Fondazione Stella Maris Per questo è nostro dovere etico-morale innovare e riorganizzarci  continuamente, in modo di poter adempiere alla nostra mission a favore dei bambini con gravi fragilità neuropsichiatriche, portando la grande Scienza e la grande Tecnologia nel nostro Istituto dove, unite alla Professionalità e all’Umanità dei nostri operatori che da sempre caratterizzano la Stella Maris, ci permettono di riempire di contenuto e concretezza la parola Speranza. Costruire di questi tempi un nuovo Ospedale, vi assicuro, è un’impresa da folli, ma soltanto l’Amore verso il Prossimo e verso la Vita, che è quello che ci fa battere il cuore, ci stimola ad essere così intraprendenti. La follia può essere distruttiva, ma anche costruttiva. Penso che in questo caso ci troviamo abbracciati dallo spirito e dal pensiero costruttivo dei nostri Fondatori che trasmettono a tutti noi, ma anche a tutti coloro che come una Divina Provvidenza ci aiuteranno nell’impresa, ad essere geniali come lo furono allora Don Aladino Cheti, il prof. Pietro Pfanner ed i professori Renzo Bartalena, Mara Marcheschi,  Mario Brotini ed  Alfiera Gori. Non abbiamo paura perché Pisa è la città dei Geni e la Toscana è la terra del Rinascimento, quindi, Scienza, Amore e Bellezza saranno gli ingredienti giusti per un nuovo miracolo. Ringrazio di cuore e con grande affetto tutti gli importanti artisti che quest’anno si esibiranno nello Spettacolo Solidale di Natale per la Stella Maris, andandosi così ad aggiungere agli altri che negli scorsi anni hanno donato il loro talento per i nostri ragazzi. Si sta formando una grandissima squadra. Un grazie speciale al Lions Club Pisa – Certosa che come un grande amico da anni ci accompagna ed a tutti gli enti, persone e sponsor che aiutano nell’organizzazione. Un grazie doppio alla Fondazione Arpa onlus ed al suo Presidente Prof. Franco Mosca  che quest’anno ha sentito che doveva aiutare nell’organizzazione di un evento a favore di un’opera così unica e preziosa per il bene comune, quale è la nascita di un Nuovo Ospedale per bambini, che trascende, che supera ogni più stretto limite ed unisce in un abbraccio anche realtà nate per finalità specificamente diverse . Questa vicinanza vuol dire che in atto c’è un richiamo misterioso che tutto muove, con il sole e le stelle”.

Lo spettacolo di solidarietà sarà un momento a sostegno di questo progetto. Martedì 12 dicembre 2017 alle ore 21 presso il Palazzo dei Congressi di Pisa andrà in scena un’iniziativa davvero speciale,  che avrà come protagonisti quattro grandi artisti (le cantanti Mariella Nava, Karima, il performer  Marco Martinelli, l’attrice e comica Paola Minaccioni) e un robot: Kea, che nel 2014 debuttò a X-Factor accompagnando a ritmo di musica con le braccia e le mani il cantante a cui era collegato con uno speciale esoscheletroletro.

Un poker di artisti sarà il perno dello spettacolo benefico. Mariella Nava, artista tarantina cantante autrice di canzoni di Morandi, Berté, Mietta, Bocelli, Mina, Renato Zero. Numerose le partecipazioni al Festival di Sanremo, miglior risultato il terzo posto del 1999 con Così è la vita.

Karima, solista di origini algerine (da parte di padre), lanciata da Amici che ha trovato conferma al Festival di Sanremo e a I migliori anni. La sua voce si unirà a quella del coro dell’Università di Pisa per una serata che coniugherà l’attenzione per il sociale e la solidarietà.  Marco Martinelli, performer a tutto tondo che divide la sua vita tra arte e scienza: ingegnere laureato in Biotecnologie Agro-Industriali alla Scuola Superiore Sant’Anna, Marco è stato protagonista di programmi innovativi ed  è presente sul mercato discografico digitale con diversi brani. Televisione, cinema, teatro e cabaret sono i luoghi di espressione di Paola Minaccioni, attrice e comica italiana. Diversi i premi ricevuti per le sue interpretazioni (tra gli altri per il regista Ferzan Ozpetek). Si esibiscono con loro a Franco Bonsignori – fisarmonica Carla Giometti – voce. Conduce Gian Luca Bonetta

A loro si unirà il Coro dell’Università di Pisa che aprirà lo spettacolo. Nato nell’anno accademico 1999/2000, il coro è costituito da studenti di tutte le Facoltà dell’Ateneo Pisano, con la partecipazione di alcuni componenti del personale docente e tecnico-amministrativo dell’Università e di studenti stranieri impegnati nel progetto Erasmus.

Per le prenotazioni contattare il tel. 050 886233 o scrivere mail a: concertonatale2017@fsm.unip i.it

Commenti

Condividi

Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l’ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell’ente di promozione sportiva Uisp.