Il programma dei prossimi giorni al Giardino Scotto nell’ambito del programma “Fuori Teatro” il cartellone di eventi culturali estivi al Giardino Scotto, voluto dal Comune di Pisa e organizzato dal Teatro Verdi.

Martedì 7: Bernardo Sommani e Sottrazioni + Scarlett. Bernardo Sommani è un musicista pisano, ha pubblicato tre album da autore e vanta una densa attività concertistica in Italia e all’estero. Ha condiviso il palco con artisti del calibro di The Zen Circus, The Giornalisti, Bobo Rondelli, Caparezza. Il suo ultimo album “Sto bene quando sudo” è un viaggio variopinto tra sonorità world, funk, pop e jazz, legate insieme dalla forma canzone. Il live è presentato con la band “Le Sottrazioni” (Lorenzo Bavoni, batteria, Simone Giusti, basso). Il suo cantautorato è fresco ed eterogeneo, capace di includere diversi stili musicali legati insieme dalla sua personalità. Nel 2018 pubblica con la band “Le sottrazioni” il brano “Manca l’aria per campa”. Gruppo pop/soul che unisce strumentale ed elettronica, tra beat moderni e richiami alla black music. Il progetto nasce dall’incontro di tre specialisti: il cantautore Lorenzo Pagni, il trombettista e producer Mattia Salvadori, il chitarrista e arrangiatore Diego Ruschena.

Nei primi mesi di attività, avendo pubblicato soltanto la cover “Talk Is Cheap” di Chet Faker, riescono a portare la loro musica in Italia e all’estero realizzando due mini tournée: una in Sicilia e una tra Francia e Olanda. Chiudono il 2018 aprendo un concerto di Francesca Michielin e iniziano il 2019 aprendo i concerti di Ainé, Uochi Toki, Stadio e vincendo Jam Dischi Contest e Red Contest, dimostrando il valore dei loro brani e della loro presenza scenica su ogni genere di palco. Quello al Giardino Scotto sarà il loro primo concerto post-apocalittico del 2020, e per l’occasione ad arricchire i componenti del gruppo ci sarà Giovanni Boschi, già batterista dei Venus in Furs. Le loro canzoni uniscono vecchio e nuovo, bianco e nero, gin e acqua, dionisiaco ed apollineo, svelando il sesso che c’è dietro all’umorismo e la dolcezza che c’è dentro alle armature.

 

Mercoledì 8: “Nato per essere zero”. Cabaret con Andrea Magini. Recital, musical  e ricordi si fondono in questo spettacolo, nel quale Andrea Magini si cimenta in un racconto che miscela emozioni, risate e musica. Una vita accompagnata dalle note di Renato Zero. Capita di sentirsi fuori posto di nascere in luoghi che senti non appartenerti… di vedere allo specchio un corpo che non ti piace e che non senti tuo… di essere circondato da persone alle quali non riesci a spiegare quello che hai in testa… capita di nascere troppo colorato… e ti ritrovi separato in casa con un mondo dove tutti vogliono vincere ed essere primi ad ogni costo… perché l’unica cosa che conta è essere il numero uno… e poi… un giorno decidi che vuoi vivere… che hai diritto ad essere sfiorato dal vento della felicità… e che se è vero che il buon Dio mette tutti al mondo con una missione la tua non è quella di essere per forza il numero uno… tu sei “nato per essere zero” e se lo guardi bene quello Zero è così perfetto, rotondo, senza spigoli… infinito… indispensabile… e una brutta storia diventa una favola che ogni giorno non vedi l’ora di raccontare.

 

Giovedì 9: . Un duo Piano, contrabbasso e voci dal sound acustico rhythm’n’blues anni ’50, ’6Cekka Lou & Pee Wee Durante0 in special modo quel sound legato alla tradizione New Orleans.

 

Venerdì 10: Vulcana! Un’idea originale di Maria Piscopo e Francesco Salvadore, racconta attraverso il repertorio musicale, coreutico e cuntistico della tradizione popolare siciliana e campana, il rapporto speculare, le affinità e le apparenti differenze dei topos di queste due meravigliose terre benedette dai vulcani. I due interpreti, in una vertigine di canti e recitativi che si susseguono e si rincorrono nelle due lingue, tracciano l’intreccio coloristico di due identità personali che si incontrano e di due identità culturali distinte ma unite sul piano storico e antropologico e che da sempre rappresentano i due poli attrattivi di tutto il Sud Italia. “Vulcana!” è un recital e un atto unico, un concerto e un reading, ma soprattutto uno spettacolo godibile in cui due esponenti di rilievo della musica popolare siciliana e campana giocano con abilità e convinzione a rincorrersi l’uno nel territorio dell’altra, ed il cui esito è di sicuro ed ampio interesse per un pubblico che travalica quello di nicchia della musica tradizionale.

Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.30. Per ogni spettacolo saranno disponibili al massimo 200 posti. I biglietti, nominali e distanziati secondo le normative di distanziamento per l’emergenza Covid-19, non si potranno acquistare direttamente sul luogo ma andranno acquistati in prevendita nel circuito Vivaticket.com, fino all’orario di inizio degli spettacoli.

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.