Con un catalogo sempre più ricco e con cinque anteprime fresche di stampa, Pacini Editore si prepara a tornare anche quest’anno all’appuntamento tradizionale d’autunno con i libri. Da venerdì 9 a domenica 11 novembre, la storica casa editrice pisana sarà presente al Palazzo dei Congressi con i suoi stand (G114-116) e con i suoi autori al Pisa Book Festival, la rassegna culturale più importante della Toscana nel panorama dell’editoria indipendente.

“Per noi il PBF è una vera maratona – spiega Francesca Pacini, direttore editoriale di Pacini Editore –, ogni anno cerchiamo di proporre qualcosa di nuovo, qualcosa che incuriosisca il pubblico, speriamo di riuscirci anche quest’anno, nel segno della riflessione, ma anche dello svago e del semplice piacere della lettura”.

Sono cinque le novità che Pacini Editore presenterà in anteprima nella densa tre giorni del PBF, titoli adatti a un pubblico di tutte le età, con la solita particolare attenzione ai più piccoli.

In linea con lo slogan della sedicesima edizione del PBF “A caccia di sogni”, Pacini Editore debutta alla rassegna venerdì 9 alle 10 (Sala Azzurra), con il nuovissimo Il grillo del Rosmarino e altre favole del Bosco, scritto da Chiara Cesetti e illustrato da Tiziana Morrone, un libro scritto “per tutti i bambini che hanno bisogno di favole perché tutti i bambini hanno diritto ai sogni. Alcuni di più”. L’autrice, insegnante di lettere in pensione di Tuscania, si firma come “La nonna di Leo” e dona a tutti i bambini come il suo speciale nipotino quattro deliziose fiabe che hanno come protagonisti animali e insetti. Durante la presentazione, sono in programma letture animate da Ilaria Piaggesi e dediche con disegni realizzate al momento da Tiziana Morrone.

Ancora dedicato ai bambini, e anche questo scritto da un’altra dolcissima nonna, Lela, è A Marianeve. Fiabe, sorrisi lupi e principesse che al Pisa Book Festival sarà presentato nello speciale evento “Quando un libro si fa in … 5!” in programma sabato 10 alle 10 (Sala Azzurra), con letture e laboratorio curati dall’Associazione Il Gabbiano di Daniela Bertini. Il volumetto, che rientra nel progetto “Il sorriso di Marianeve”, finalizzato alla costruzione di una scuola dell’infanzia a Wassera, in Etiopia, promosso dal GMa – Gruppo Missioni Africa Onlus, sarà ora distribuito, oltre che nella classica versione, anche nei formati di comunicazione aumentativa alternativa (Caa), braille, audio e video in lingua dei segni (Lis). Il progetto è stato coordinato dalla dottoressa Laura Orazini del’Irccs Stella Maris.

La storia grande protagonista di due anteprime di Pacini Editore al Pisa Book Festival. “Ha ancora senso studiare Storia?” è la domanda, provocatoria ai nostri tempi, che Pacini Editore propone al pubblico della rassegna e che sarà il leitmotiv dell’incontro in programma sabato 10 alle 13 (Sala Book Club) con Pietro Finelli, direttore scientifico della Domus Mazziniana, Vladimiro Frulletti, giornalista, e Romano Paolo Coppini e Alessandro Volpi, autori, assieme a Rolando Nieri, del nuovo volume pubblicato da Pacini Editore Storia Contemporanea.

Collegato alla mostra fotografica che è stata inaugurata inaugurata a Palazzo Blu, è il libro-catalogo“Gli anni 50. Immagini di un decennio a Pisa”, curato dal giornalista Giuseppe Meucci e dallo storico dell’arte Stefano Renzoni, con un contributo del filosofo Remo Bodei. Un affascinante viaggio nell’attualità quotidiana di una Pisa anni ’50 riproposto in oltre cento straordinari scatti selezionati dall’archivio Frassi, dai danni della guerra, con gli edifici sventrati, ai danni della ricostruzione, con la trasfigurazione dei Lungarni, dalla ripresa delle tradizioni religiose e storiche fino ai mutamenti del costume, le conquiste del progresso, la politica e i riflessi della storia mondiale nelle dinamiche di questa piccola e vivace città. Un passato incredibilmente dissolto ma ancora vivo nei ricordi di chi resta e lo ha vissuto, una memoria commossa, un nostalgico racconto che sarà riproposto sabato 10 alle 17 (Sala Azzurra), nel piccolo evento “Pisa negli anni ’50. Il nuovo volto della città”, moderato daGuglielmo Vezzosi, responsabile della redazione pisana de «La Nazione», e a cui oltre agli autori Giuseppe Meucci e Stefano Renzoni parteciperanno Cosimo Bracci Torsi, presidente della Fondazione Palazzo Blu, e l’architetto Mauro Ciampa.

Sarà invece un incontro alla scoperta del lessico e delle parole quello in programma sempre sabato 10, alle 19(Sala Blu), con Giovanni Nardi, autore di Una parola al giorno. 365 vocaboli da riscoprire e salvaguardare, e con Fabrizio Franceschini, professore ordinario di Linguistica italiana e Storia della lingua italiana nell’Università di Pisa. Un piccolo libro che, come scrive nella prefazione Lamberto Maffei, presidente dell’Accademia nazionale dei Lincei e professore emerito di Neurobiologia alla Scuola Normale, “vuole ricordarci che siamo uomini e che ci differenziamo dagli altri grandi primati perché possediamo la parola”, un libro che “è un grido per dire ai più giovani ‘perché non parlate, o parlate poco?’.

Per le informazioni sui libri in catalogo e sulla partecipazione di Pacini Editore al Pisa Book Festival, si invita a consultare il sito e la pagina FaceBook della casa 

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.