Il 2 gennaio 1777 la città di Pisa, gravemente minacciata dall’alluvione dell’Arno, invocò la protezione del suo Patrono per scongiurare morte e distruzione. San Ranieri esaudì la preghiera e in segno di ringraziamento la città di Pisa e i suoi governanti promisero solennemente di ricordare ogni anno lo scampato pericolo con una solenne Santa Messa di ringraziamento nella Chiesa di San Vito dove il Patrono concluse la sua vita terrena.

Per molti anni Pisa ha sciolto quel voto, fino al 2012 quando, per iniziativa della Compagnia di San Ranieri, venne ripristinata la Festa del Sacro Voto (così si chiama la ricorrenza del 2 gennaio), celebrando ogni anno la Santa Messa in una chiesa diversa della città, con la devota partecipazione della cittadinanza e l’omaggio del Comune a San Ranieri.

Nel 243° Anniversario del Voto, la Città di Pisa e la Compagnia di San Ranieri rinnoveranno l’antica promessa celebrando solennemente la ricorrenza sabato 11 gennaio presso la Chiesa di Santa Maria della Spina (lungarno Gambacorti).

Il programma:

ore 10.15 afflusso autorità, invitati e ospiti;

ore 10.30 intervento dell’Ing. Ilaria Nieri su “Leonardo e il suo progetto di deviare l’Arno da Riglione”;

ore 11.00 Santa Messa celebrata dall’Arcivescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto, con l’omaggio al Patrono dell’Amministrazione Comunale e la benedizione della Città;

ore 13.00 pranzo di beneficenza presso l’Istituto Alberghiero “G.Matteotti” (via Garibaldi 194). La quota per il pranzo ammonta a 28 euro, di cui una parte sarà destinata alle iniziative di carità della Compagnia di San Ranieri.

Per informazioni e prenotazioni: 338-9912240 – 338-8325468 – 333-3336935.

Commenti

Condividi