Sabato 14 Aprile, nell’ambito della manifestazione dedicata alla valorizzazione del verde urbano, Fior di città, anche le mura medievali di Pisa si aprono alla città e ai turisti, per permettere di percorrere il camminamento in quota e osservare dall’alto le aree a verde recuperate con il progetto Piuss di restauro delle Mura che compongono il patrimonio verde del nostro centro storico.

Dopo l’apertura straordinaria per Pisa in Fiore da venerdì 18 maggio scatta l’apertura definitiva della Mura a regime quotidiano, a seguito della firma nei giorni scorsi del contratto tra il Comune di Pisa e l’associazione di imprese che si è aggiudicata la gara, formata da Società Cooperativa Culture, Itinera e Promocultura. Si tratta di aziende con esperienza nel settore che già gestiscono importanti luoghi della cultura sul territorio nazionale:  il Colosseo, il Foro Romano e Palatino, la Domus Aurea, la Valle dei Templi, le aree archeologiche di Ercolano e Pompei, il Museo del Palazzo Ducale di Venezia, il Museo degli Innocenti di Firenze, il Centro Pecci di Prato, il Palazzo delle Esposizioni e la Galleria Nazionale di Roma, il Museo Archeologico di Napoli (Società Cooperativa Culture), il Museo Leonardiano di Vinci (Promocultura) e il Museo Fattori di Livorno (Itinera).

Le informazioni per l’apertura di sabato 14 aprile  – Sabato l’ingresso alle Mura sarà libero e gratuito, con orario dalle 10 alle 18, con ultimo ingresso alle 17. Non sono previste prenotazioni: basta presentarsi durante l’orario di accesso presso uno degli ingressi, entro le 17.

I punti di accesso sono quattro: Torre di Legno in piazza Federico del Rosso (angolo via del Borghetto – Lungarno Buozzi) – salita con scale e con elevatore per disabili. Piazza delle Gondole – salita con scale e con elevatore per disabili. Torre Piezometrica presso la ex Marzotto, con accesso da via San Francesco e da via Vittorio Veneto – salita con scale e con elevatore per disabili. Torre di Santa Maria, con accesso da Piazza del Duomo e da via Contessa Matilde – salita solo con scale. Da ogni punto di accesso si potrà sia salire che scendere, seguendo eventuali disposizioni del personale presente. Si potrà accedere alla sommità della Torre Piezometrica, con salita dell’ultimo tratto solo a gradini, seguendo le indicazioni del personale presente.

Accessibilità per diversamente abili
Elevatore della Torre Piezometrica (ex Marzotto): portata complessiva 350 kg, larghezza porta 75 cm. In quota si può andare verso il Duomo fino a Porta Nuova e poi tornare indietro. L’accesso della Torre di Santa Maria non è provvisto di elevatore viste le caratteristiche strutturali. Ci sono due strettoie dalla Marzotto lungo il percorso verso Piazza Duomo di 84 e 90 cm. Molti spazi aperti – non di muro ma di ringhiere – permettono di godere il panorama anche a misura di seduta di carrozzina. Tornati indietro, alla Torre Piezometrica si può scendere dallo stesso elevatore oppure continuare la visita fino a Piazza Gondole. Si incontra un’unica strettoia di 86 cm. Il percorso da piazza delle Gondole a piazza del Duomo è percorribile quindi in autonomia sia con carrozzina elettrica che manuale, fermi restando i vincoli suddetti.
Elevatore di Piazza Gondole: portata 310 kg, larghezza porta 90 cm, per salire e percorrere il tratto fino a piazza Duomo o scendere se lo si è appena percorso. Da Piazza Gondole a Piazza del Rosso sarà messo a disposizione un mezzo attrezzato da parte della Croce Rossa Italiana. Il tratto da Piazza Gondole a via Zamenhof non è superabile, visti i molti gradini ripidi e la limitata larghezza dei passaggi.
Elevatore di Piazza del Rosso: portata complessiva 350 kg, larghezza porta 75 cm. Fino alla Torre del Barbagianni il percorso è fattibile in autonomia. Per chi vuole, in libera scelta, alla Torre del Barbagianni potranno essere superati 10 scalini in discesa e 10 in salita con l’aiuto del personale della Croce Rossa (4 persone a disposizione) per sollevamento carrozzina. Giunti in via Zamenhof si dovrà tornare obbligatoriamente indietro, rifare gli scalini con il personale e riprendere l’elevatore in piazza del Rosso dove il “Pollicino” della Croce Rossa potrà accompagnare la persona disabile con accompagnatore agli altri due elevatori (Gondole e Piezometrico).

Il percorso completo è lungo 3100 metri e sarà percorribile in entrambe le direzioni. Le distanze tra i quattro punti di salita sono i seguenti: Torre di Legno – Piazza delle Gondole: 750  m; Piazza delle Gondole – Torre Piezometrica: 500 m; Torre Piezometrica – Torre Santa Maria: 1600 m; Torre Santa Maria – Porta Nuova: 250 m (tratto a fondo chiuso).

Il personale e i volontari presenti – Saranno presenti ad ogni punto di accesso e lungo il percorso in quota personale comunale, volontari della Croce Rossa Italiana, migranti ospiti della strutture della CRI e volontari di Amur – Associazione per le Mura di Pisa. Un servizio di primo soccorso sarà garantito dai volontari della CRI.

In caso di maltempo o inconvenienti – Eventuali situazioni impreviste dovute a maltempo o ad altri fattori, potranno provocare cambiamenti nelle modalità di accesso e fruibilità o, in caso di condizioni meteo avverse, l’interruzione dell’iniziativa. Questi cambiamenti saranno comunicati in tempo reale ai visitatori: dal personale presente; sui siti web www.comune.pisa.it e www. pisainformaflash.it; tramite il servizio Whatsapp del Comune di Pisa. (Per attivarlo basta inviare via Whatsapp il messaggio “Attiva iscrizione” al numero 338/5746745).

Norme di comportamento – I visitatori devono tenere un comportamento tale da tutelare il monumento e non violare la riservatezza degli abitanti e utilizzatori delle proprietà confinanti. È vietato l’accesso ai minori di anni 14 non accompagnati da un adulto. È vietato sporgersi dai parapetti. È vietato imbrattare, scrivere, pitturare e comunque deturpare le strutture architettoniche del complesso delle mura urbane. È vietato arrampicarsi sui parapetti, sulle merlature e sulle strutture murarie. È consentito l’accesso ai cani solo se tenuti al guinzaglio e nel caso di taglia medio-grande con obbligo di museruola. È obbligatorio da parte degli accompagnatori dei cani, raccogliere immediatamente le deiezioni canine con apposita paletta o sacchetto. È vietato gettare rifiuti e oggetti sul camminamento e dal camminamento verso le aree esterne. Sarà vietato l’accesso a bagagli (trolley, valigie). Potranno essere effettuati controlli di sicurezza su zaini e borse da personale autorizzato

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.