Danza, acrobazia, illusionismo… E ancora: inventiva, leggiadria, talento e sorpresa.  È questa, infatti, la cifra della compagnia Evolution Dance Theatre che lunedì 31 dicembre sarà al Verdi con il suo spettacolo cult,  “Night garden”, firmato dal suo fondatore, il coreografo americano Anthony Heinl, artista che nella sua ricca carriera ha ballato per Paul Taylor, David Parsons e Martha Graham, e ha fatto parte dei Momix del geniale Moses Pendleton. Uno spettacolo di pura evasione che, unendo l’arte, la danza e le doti acrobatiche dei ballerini alla magia delle ambientazioni tratte dal fantastico mondo della natura notturna, incanterà il pubblico.  Davanti ai nostri occhi, infatti, si materializzerà una notte particolare, dove bizzarre creature luccicanti ci condurranno in luoghi magici, ricchi di creature fatate. Uno scenario onirico dove il confine fra realtà e finzione si fa sfumato ed evanescente. Un sogno ad occhi aperti dalle tinte crepuscolari cui contribuiscono anche le tracce musicali che spaziano dai Massive Attack ai Radiohead, da Joni Mitchell ai Darkside. 
La serata ha inizio alle ore 22. 15; a mezzanotte è previsto il brindisi al nuovo anno. 
Il biglietto (posto unico numerato) costa 25 euro; i bambini sotto i 12 anni d’età hanno il biglietto omaggio. 
Prima dello spettacolo c’èil cenone (ore 20.30) , curato dal Foyer Café e servito ai tavoli allestiti in Sala “Titta Ruffo”, ormai sold out. 
Biglietti e coupon per il cenone sono in vendita al Botteghino del Teatro Verdi; per maggiori informazioni 050 941 111 e sul sito.

Martedì 1° gennaio alle ore 18 torna il Concerto di Capodanno: una tradizione che si rinnova da 27 anni grazie all’impegno congiunto del Comune di Pisa, del Lions Club Pisa Host e della Fondazione Teatro di Pisa.
Particolarmente originale il programma di quest’anno: insieme con la formazione strumentale congiunta di due orchestre, la Arché di Pisa e la Camerata Strumentale “Città di Prato”, sotto la bacchetta del M° Andreas Wolf, importante direttore tedesco nonché attuale direttore musicale del Teatro dell’Opera di Lubecca, saranno protagonisti il soprano Sonia Ciani e il celebre scrittore pisano Marco Malvaldi, qui nella duplice veste di autore e voce recitante: è infatti sua la particolare riscrittura del celeberrimo Pierino e il lupo di Prokofiev che aprirà la serata, una riscrittura in chiave attuale e ironica, tutta all’insegna del gioco. Di qui il titolo del Concerto “Un nuovo caso al BarLume: il Capodanno del Lupo” con cui Prato e Pisa festeggiano idealmente insieme la fine del 2018 – il concerto sarà eseguito a Prato la sera di San Silvestro – e l’inizio del 2019.
In programma, dopo Pierino e il Lupo, due omaggi: uno al Centocinquantenario rossiniano con la celeberrima La Danza e il suo ritmo indiavolato di tarantella, l’altro al quarantennale della scomparsa di Nino Rota, di cui verranno eseguiti tre brani indimenticabili, tutti scritti per Il Gattopardo di Luchino Visconti: il Valzer Brillante, la Mazurka e il Valzer del commiato. Chiuderà il concerto una delle composizioni più amate di Johann Strauss jr, Voci di Primavera, il gioioso valzer qui nella sua versione per voce e orchestra, autentico banco di prova per ogni soprano che si cimenti in questo delizioso quanto difficilissimo brano.
Come ogni anno, non mancheranno i bis di rito, alcune sorprese, il brindisi finale offerto dalla Camera di Commercio di Pisa e dai produttori del territorio e i rametti di vischio donati alle spettatrici dai fioristi della Ascom-Confcommercio e della Confesercenti di Pisa.

I biglietti (posto unico 20 euro) sono in vendita al Botteghino del Teatro Verdi (sportello e telefonica), nei punti vendita del Porto di Marina e del Palazzo dei Congressi di Pisa, e nel circuito Vivaticket (on-line e nei punti vendita del Circuito). Come da tradizione, e in coerenza con l’attività di servizio del Lions e il suo impegno sociale sul territorio,  ricavato dalla vendita, al netto delle spese organizzative, sarà devoluto ad una associazione che si occupa di alleviare le difficoltà di coloro che vivono in particolare condizioni di povertà e di disagio. 

 

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.