Dopo la riunione del GOS di ieri, l’assessore ai lavori pubblici Latrofa fa il punto della situazione sull’aumento della capienza dello stadio per i playoff alla trasmissione “Finestra sull’Arena”. Sul tavolo delle autorità l’ipotesi della firma del Sindaco, che si assumerà tutti gli oneri per la deroga. Attesa per oggi l’ufficialità. Previsti 9500 posti all’Arena Garibaldi con 800 posti in più in Curva Nord.

Assessore a che punto siamo con l’aumento della capienza per i playoff?

Ieri sera alle ore 18 in prefettura si è riunito il Gos in merito alla partita Pisa-Carrarese del 22 maggio ed è stata portata all’attenzione delle autorità presenti la richiesta del Comune di poter assecondare ciò che ci è stato richiesto dal Pisa, ovvero l’aumento della capienza. All’ODG c’era la richiesta di aumentare la capienza della curva di 800 posti e di un eventuale aumento della Curva Sud di altri 100 posti per arrivare ai 9500 spettatori, massimo consentito dai documenti che abbiamo in mano. Questo nell’ipotesi che sia il Sindaco (ed è ciò che abbiamo messo sul piatto) in persona a firmare la deroga prendendosi tutte le responsabilità del caso. Il passaggio di ieri sera lo ritengo positivo e quindi siamo in attesa oggi di poter probabilmente dare la conclusione con un atto sindacale per poter ufficializzare.

Guardando un po’ in avanti, ma non troppo, a fine giugno dovrebbero essere finalizzati i lavori per aggiungere i 3000 seggiolini in gradinata previsti dal regolamento per la prossima stagione. È corretto?

Su questo tema gli uffici sono già al lavoro da molto tempo, ma anche la Lega ci ha aiutato per la ricerca di mercato dei seggiolini da montare. Siamo già in condizione di poter presto far aggiudicare all’azienda individuata la fornitura e posa in opera che dovrebbe avvenire nei primi 20 giorni di giugno per poter, entro il 24 giugno intervenire come da regolamento.

Il 20 maggio ci sarà la prima delle due assemblee pubbliche annunciate per l’Arena Garibaldi. Cosa ci dovremo aspettare?

Si svolgerà alle 21 presso il Palazzo dei Congressi. È uno dei passaggi obbligatori per legge nel percorso di partecipazione della città alla variante urbanistica da diversi mesi all’attenzione degli uffici comunali. Dal garante della comunicazione sono stati definiti due incontri: il primo è quello di lunedì sera, aperto a tutta la città, il secondo che invece si svolgerà il 4 giugno, la cui sede è ancora da stabilirsi, invece sarà dedicato ai cittadini di Porta a Lucca. Nel primo incontro ci sarà l’occasione di poter raccontare lo stato dell’arte alla città, punto previsto dal cronoprogramma. Questa data certifica che siamo in linea con ciò che abbiamo detto. Sarà importante anche per il pubblico intervenire perché i verbali andranno a far parte direttamente della variante. Lo scopo è proprio questo, ascoltare la cittadinanza.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018