Sconfitta per il Pisa ad Arezzo. La squadra di D’Angelo nella prima mezz’ora del primo tempo attua un buon fraseggio, andando vicina al gol con De Vitis, ma Gori deve rintuzzare i numerosi tentativi dei padroni di casa, spesso pungenti in contropiede. Annullato anche un gol a Sala per fuorigioco. Nella ripresa, in una fase di equilibrio, l’arbitro fischia un calcio di rigore causato da Benedetti, reo di aver toccato il pallone con la mano. Dal dischetto è Cutolo, uno dei migliori dei suoi, a segnare il gol che decide la partita. Nel finale anche una traversa colpita da Pesenti. Ancora una brutta prestazione per Moscardelli che non ha inciso contro la sua ex squadra. La classifica ora si complica.

Mentre il campionato è sempre più falsato, alla luce dei problemi emersi negli scorsi giorni per la questione fidejussioni, mentre il presidente della FIGC Gravina ha preso direttamente in mano la questione Pro Piacenza, sospendendo tutte le gare fino a data da destinarsi, il Pisa è pronto alla sfida con l’Arezzo e D’Angelo schiera una difesa a 4 con De Vitis e Benedetti centrali, Buschiazzo a destra e Lisi a sinistra, confermati al centro del campo Gucher, Di Quinzio e Verna, mentre Minesso opera dietro le due punte Masucci e Moscardelli. Il modulo, come già visto contro il Siena, è soggetto a variazioni a seconda della fase di gioco, poiché in fase di possesso si passa a una difesa a tre. Nel primo tempo i neroazzurri premono per una buona mezz’ora, mettendo spesso in difficoltà gli aretini che rispondono su contropiede. Nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione di gioco il Pisa soffre le incursioni dei padroni di casa, ma si salva. Nella ripresa gioco molto contratto con le due squadre che cambiano molto, ma in una fase di equilibrio l’arbitro comanda il penalty per un fallo di mano di Benedetti. Dal dischetto Cutolo segna e decide il match. Una sconfitta che non ci voleva per il Pisa, con un punto in due partite, entrambi scontri diretti per risalire la classifica. Non un buon modo di ricominciare il campionato.

Le formazioni di Pisa e Arezzo in campo (foto Bianchi)

PRIMO TEMPO – La prima azione da gol della partita, dopo una pressione in avanti dei neroazzurri, è di Cutolo dell’Arezzo che calcia verso la porta e costringe Gori a un intervento super. All’11’ Lisi riceve palla su una respinta della difesa dei padroni di casa, ma il suo tiro, dal limite dell’area, termina larga. Al 19′ Foglia calcia dalla distanza, ma senza troppe pretese e il pallone è bloccato da Gori. Al 22′ Lisi ha un’altra occasione dalla distanza, ma la palla va ampiamente a lato. Al 24′ il Pisa insiste e l’Arezzo si salva per miracolo: prima un colpo di testa di De Vitis sugli sviluppi di un calcio d’angolo viene respinto sulla linea di porta a portiere battuto, poi Gucher sfiora il palo sulla respinta. I neroazzurri continuano a premere e Gucher sfiora la traversa con una conclusione dalla distanza. Il Pisa perde lucidità e al 31′ risponde l’Arezzo in contropiede ancora con Cutolo che prova il colpo da biliardo verso l’angolo opposto, ma Gori respinge con un’altra grande prodezza. Subito dopo, sul conseguente corner, Salifu mette alto di testa. Al 38′ Gori si supera ancora con un’altra parata nei confronti di Brunori, poi Sala ribadisce in rete, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. I neroazzurri soffrono ancora Cutolo che sfiora il pallo alla sinistra del portiere. Al 44′ la squadra di D’Angelo si rifà viva dalle parti di Pelagotti, ma Benedetti spara alto dopo essere salito in attacco sugli sviluppi di un calcio piazzato. Termina così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con un contropiede di Brunori che arriva al limite dell’area e calcia alto. Ancora Arezzo al 48′ con Brunori che impegna Gori, ancora una volta abile a neutralizzare. Al 53′ Minesso ci prova ancora con un tiro dalla distanza, una costante per questa partita, ma Pelagotti blocca in due tempi. Al 56′ Pesenti subentra a Masucci per l’inedita coppia d’attacco con Moscardelli. Al 66′ calcio di rigore per l’Arezzo causato da un mani di Benedetti in area. Dal dischetto Cutolo si incarica di andare alla conclusione e trasforma per in vantaggio dei padroni di casa. Al 75′ Marin di controbalzo non trova la porta, con il Pisa che prova una reazione. Poco dopo occasione per i neroazzurri con Gucher che lancia Moscardelli, ma il capitano non trova la deviazione e viene anticipato. Il Pisa all’83’ prende anche una traversa con Pesenti. Nei minuti finali D’Angelo viene allontanato dal direttore di gara. In pieno recupero De Vitis viene stoppato da Pelagotti che neutralizza un colpo di testa del centrocampista neroazzurro. All’ultimo minuto di recupero Birindelli si fa espellere per fallo da ultimo uomo. Termina così la partita nonostante l’assedio finale del Pisa.

TABELLINO AREZZO-PISA 1-0
AREZZO: Pelagotti; Pelagatti, Burzigotti, Pinto; Luciani, Serrotti, Salifu, Foglia, Sala; Cutolo (80′ Persano), Brunori (92′ Zini). All. Dal Canto
PISA: Gori; Buschiazzo (69′ Birindelli), De Vitis, Benedetti, Lisi; Verna (60′ Marin), Gucher, Di Quinzio; Minesso; Moscardelli, Masucci (56′ Pesenti). All. D’Angelo
Arbitro: Amabile di Vicenza
Reti: 67′ Cutolo (rig.)
Ammoniti: De Vitis, Benedetti
Espulso Birindelli
Note: recupero no pt, 4′ st. D’Angelo allontanato per proteste nei confronti dell’arbitro.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018