Accade di tutto ad Arezzo in una partita giocata tra due squadre che danno spettacolo per tutti i 90′. I nerazzurri passano prima in vantaggio con Marconi, poi vengono ripresi e ribaltati da Cutolo e Brunori. La squadra di D’Angelo non si scompone e trova prima il pareggio con Marconi su rigore, poi segna ancora con un gran gol di Di Quinzio. Gori si esalta e respinge il secondo rigore dalla partita, calciato da Cutolo. Il primo round va ai nerazzurri, che compiono l’impresa vincendo su un campo rimasto imbattuto per tutta la stagione. Si replica domenica sera all’Arena.

La splendida coreografia dei tifosi pisani (Foto Bianchi)

Iniziano le semifinali dei playoff di Serie C con il Pisa impegnato ad Arezzo. Nerazzurri che devono rinunciare allo squalificato Marin, mentre gli amaranto a Rosaia. Vista l’assenza di Marin e un Verna a mezzo servizio, allenatosi col gruppo da una decina di giorni in via continuativa, ma senza i 90 minuti nelle gambe, D’Angelo schiera a centrocampo De Vitis assieme a Gucher e a Di Quinzio, mentre le chiavi della difesa sono affidate a Benedetti, affiancato da Meroni, con i due terzini Birindelli e Lisi. In attacco torna titolare Marconi accanto al compagno di reparto Masucci. Grande spettacolo sugli spalti con 8000 tifosi presenti circa, di cui 1400 accorsi da Pisa. In campo il Pisa va in vantaggio all’11’ con un buon Marconi che traduce in rete un bel cross di Di Quinzio. L’Arezzo cresce di intensità e trova il pareggio poco dopo la mezz’ora con Cutolo, abile a raccogliere una respinta di Gori. Nel secondo tempo l’Arezzo completa la rimonta ribaltando il risultato con Brunori, ma pochi minuti dopo l’arbitro comanda un rigore per il Pisa che Marconi segna per la sua doppietta personale. Di Quinzio, con la complicità del solito Marconi, segna un gran gol. C’è anche un grande intervento di Gori che para un rigore a Cutolo, il secondo del match. I nerazzurri fanno loro una grande partita, a tratti entusiasmante per lo spettacolo visto in campo dalle due squadre. Domenica c’è il ritorno all’Arena, poi si conoscerà il nome della finalista.

Le due formazioni di Arezzo e Pisa (Foto Bianchi)

PRIMO TEMPO – In campo si gioca a ritmi serrati. La prima occasione è per il Pisa al 4′ con Lisi che, servito da De Vitis, mette in mezzo, ma una deviazione di un difensore per poco non causa un clamoroso autogol. Al 7′ l’Arezzo va vicino al gol con un tiro di Serrotti che vede Gori respingere sui piedi di Cutolo, ma Benedetti toglie le castagne dal fuoco. All’11’ però arriva il vantaggio del Pisa con Marconi che corregge in rete un cross di Di Quinzio. Al 22′ i nerazzurri si riappropriano della trequarti avversaria, Lisi offre un assist a Minesso che si sbilancia all’indietro e calcia alto con il piede sbagliato. Al 26′ Minesso sfiora la traversa su punizione dopo che in precedenza Marconi era stato atterrato al limite dell’area. Al 30′ Belloni scambia con Cutolo e va alla conclusione, potente e velenosa, che sfiora il palo alla destra di Gori. Al 34′ Serrotti calcia dalla distanza, Gori respinge, ma la difesa si addormente e Cutolo si avventa come un falco e pareggia. L’Arezzo insiste e sfiora ancora il gol con un incontenibile Cutolo che sfiora la traversa con un gran sinistro dal limite al 40′. Negli ultimi minuti un po’ di confusione con rapidi capovolgimenti di fronte, ma si va all’intervallo sull’1-1.

I 1400 tifosi accorsi ad Arezzo (Foto Bianchi)

SECONDO TEMPO – Al 2′ il Pisa si trova ad inseguire dopo che, a freddo, l’Arezzo al primo affondo passa in vantaggio ribaltando il match. A siglare il vantaggio aretino è Brunori che si avventa come Cutolo nel primo tempo su una respinta di Gori. Al 7′ però Marconi la pareggia subito su calcio di rigore dopo che Masucci era stato atterrato nettamente in area. Poco dopo Gucher si improvvisa difensore ribattendo sulla linea un tiro a botta sicura di Sala. Un minuto dopo Serrotti strozza la conclusione che finisce fuori. Al 14′ la gara si ribalta di nuovo e Di Quinzio raccoglie un colpo di testa di Marconi e trafigge Pelagotti portando il risultato sul 2-3. Al 24′ c’è un altro rigore stavolta per l’Arezzo con Lisi che atterra Brunori in area. Cutolo dal dischetto angola e calcia violenteme, ma Gori non si fa intimidire, intuisce e para respingendo. Al 41′ Liotti colpisce di testa su un cross di De Vitis, ma la palla sfiora il palo alla destra di Pelagotti. Il Pisa prova anche a cercare il quarto gol, ma la partita finisce così e i nerazzurri escono vincenti da un campo che quest’anno non aveva mai visto la sconfitta.

TABELLINO AREZZO-PISA 2-3
Arezzo: Pelagotti; Luciani, Pelagatti, Pinto, Sala; Foglia, Buglio, Serrotti, Belloni; Cutolo (31′ Rolando), Brunori. All. Dal Canto
Pisa: Gori; Birindelli (32′ st Liotti), Benedetti, Meroni, Lisi; Gucher, De Vitis, Di Quinzio; Minesso (18′ st Izzillo); Masucci (26′ st Moscardelli), Marconi (26′ st Pesenti). All. D’Angelo
Arbitro: Camplone di Pescara
Reti: 11′ Marconi, 34′ Cutolo, 2′ st Brunori, 7′ st Marconi, 13′ st Di Quinzio
Ammoniti: Sala, Meroni, Birindelli, Di Quinzio
Note: Al 25′ st Gori para un rigore a Cutolo. Recupero 0 pt, 3′ st. 8000 spettatori circa di cui 1400 pisani.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018