Si continua a lavorare per il mercato a poco più di 24 ore dal primo impegno ufficiale di Coppa Italia tra Pisa e Potenza. Gemmi guarda molto al reparto arretrato ed è alla caccia di un portiere di riserva. Inoltre in questi giorni a Montecatini ci sono stati due calciatori in prova che sono stati testati dal tecnico D’Angelo.

IN PROVA – Nei giorni scorsi due giocatori in prova sono arrivati al ritiro di Montecatini. Si tratta del portiere Alessandro Livieri, classe ’97, che nelle ultime tre stagioni ha giocato nella Feralpisalò ed è stato, tra le altre cose, ex compagno di squadra di Locatelli e Donnarumma nelle giovanili del Milan. L’altro giocatore è Alessandro Carnicelli, classe ’99, proveniente dal Sestri Levante in Serie D, ma con un passato al Cesena e alle giovanili del Genoa. Entrambi sono under e si potrebbero integrare tra i giocatori in essere, ma potrebbero essere anche valutati, specialmente Carnicelli, per essere eventualmente inseriti come fuori quota in Primavera. In Primavera infatti sono permessi solamente 3 giocatori “fuori quota”, due del 2000 e uno senza limitazioni.

CACCIA AL PORTIERE – La caccia al portiere continua. Come riferito da Gemmi nelle scorse settimane, l’unica operazione in entrata prevista per adesso è quella relativa all’estremo difensore. Ieri sera Gian Luca Di Marzio, attraverso il proprio sito, ha definito concluso uno scambio tra il Pisa e il Pordenone. Ai nerazzurri andrebbe il portiere ’95, quindi over, Simone Perilli, con un contratto biennale, mentre ai neroverdi passerebbe di nuovo Roberto Zammarini in prestito con diritto di riscatto. Nel caso fosse vero sorprenderebbe l’inserimento in rosa di un ulteriore casella over, dato che il Pisa deve ancora sfoltire 2 giocatori per raggiungere quota 18 e con l’arrivo di Perilli si tornerebbe nuovamente a 21. Tra gli over tra l’altro il Pisa deve cedere Cardelli, altro portiere. Una mossa, apparentemente di difficile interpretazione, che potrebbe nascondere però più di una suggestione. Nella testa di Gemmi c’è probabilmente l’idea di prendere un portiere forte che possa stare dietro Gori, ma ciò porterebbe al taglio di un calciatore in rosa. Il più accreditato ad aggiungersi alla lista dei cedibili, dopo Masi e Cardelli, è Ingrosso, che potrebbe non aver dato le garanzie necessarie per guadagnarsi l’inserimento in rosa.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018