Primo round in parità tra Carrarese e Pisa. I marmiferi praticano un gioco duro e passano in vantaggio con Bentivegna, nonostante le migliori azioni da gol fossero di marca pisana. Nella ripresa arriva anche il 2-0, ma la squadra di D’Angelo non si scompone. Devastante l’ingresso di Lisi in campo e la partita cambia: nel giro di 2′ segnano Masucci e Pesenti e il risultato torna in equilibrio. Termina così la partita, adesso si deciderà tutto mercoledì prossimo all’Arena Garibaldi.

Inizia il primo turno nazionale dei playoff di Serie C con il Pisa alla ottava partecipazione nella sua storia. Due squadre che arrivano a questo appuntamento dopo due settimane vissute in maniera diversa. Da una parte il Pisa che non gioca da 15 giorni e ha ottenuto 17 risultati utili consecutivi, dall’altra la Carrarese che ha già passato due volte il turno, ma con tanti impegni ravvicinati, questo compreso. D’Angelo mette De Vitis in difesa con Benedetti, Meroni e Birindelli. A centrocampo Gucher con Marin e Di Quinzio, mentre Minesso si pone dietro le due punte Masucci e Pesenti. A quanto pare Marconi non ha recuperato bene dal fastidio avuto in allenamento contro lo Scandicci e non sarà nemmeno della panchina, costretto ad accomodarsi in tribuna. In campo si gioca in maniera molto fisica. Dopo un brutto intervento Benedetti si fa male al sopracciglio e resta all’interno del terreno di gioco. I nerazzurri hanno un paio di occasioni che non sfruttano, poi è la Carrarese a punirli con Bentivegna. Il Pisa prova a rimettersi in gara, ma al riposo sono i padroni di casa in vantaggio. Nella ripresa Valente sfrutta un contropiede e trova il gol del 2-0 su assist di Maccarone. D’Angelo fa il cambio giusto e mette dentro Lisi per De Vitis; la squadra aggredisce con pericolosi traversoni in mezzo dai quali arrivano due gol ravvicinati nel giro di 2′: prima Masucci, poi Pesenti riequilibrano la partita. Dopo una girandola di cambi non accade più nulla e si deciderà tutto all’Arena Garibaldi mercoledì prossimo.

Le due squadre prima del fischio di inizio (foto Bianchi)

PRIMO TEMPO – La gara appare da subito molto contratta con un gioco duro e molto fisico, mentre il gioco latita. Al 7′ Biasci colpisce involontariamente con una gomitata il volto di Benedetti che ha la peggio e resta a terra in una maschera di sangue. Incredibilmente il direttore di gara decide di non punire in alcun modo il giocatore della Carrarese e il gioco viene interrotto per diversi minuti per permettere ai sanitari di soccorrere il difensore nerazzurro. La fase di studio permane e i padroni di casa al 22′ una incursione solitaria di Bentivegna termina sull’esterno della rete. Al 25′ grande occasione per il Pisa con una giocata tra le linee per Pesenti che punta Karkalis, la mette in mezzo, ma Minesso sbaglia il primo controllo e l’azione sfuma. Al 29′ Di Quinzio riceve palla al limite e prova a piazzare la sfera, ma Borra fa sua la sfera in due tempi. Al 31′ altra occasionissima per i nerazzurri con Masucci che riceve un lancio lunghissimo e gioca a rimpiattino con Borra, poi è costretto ad appoggiarsi ai compagni: ne esce un flipper che si risolve ancora una volta in un nulla di fatto. Al 39′ però passa la Carrarese con Bentivegna che brucia Meroni e scaglia una violenta conclusione che si insacca con la complicità della traversa. Al 41′ un calcio di punizione non trova la testa di Pesenti che fa il taglio giusto, ma manca l’appuntamento con la sfera. Al 45′ Birindelli sfiora il palo con un tiro di destro, ma la palla resta in campo e subito dopo Di Quinzio calcia alto da bona posizione di controbalzo. In pieno recupero Pesenti controlla male il pallone e frana sul portiere. Si va al riposo con il vantaggio della Carrarese.

I tifosi del Pisa a Carrara (Foto Bianchi)

SECONDO TEMPO – Nella ripresa a sorpresa Baldini cambia l’autore del gol Bentivegna e Giacomo Ricci per far entrare in campo Scaglia e Maccarone. Al 52′ il Pisa si fa sorprendere ancora su contropiede e da una palla recuperata la squadra di Baldini si trova in superiorità numerica, Maccarone appoggia per Valente che mette dentro il gol del 2-0. Un minuto dopo Pesenti si divora un gol grosso come una casa sparando addosso a Borra. Al 55′ De Vitis calcia da fuori sfiorando il palo. Subito dopo altro cambio per la Carrarese con Caccavallo che rileva Tavano. Risponde D’Angelo inserendo Lisi al posto di De Vitis. Al 59′ proprio Lisi serve Masucci che si gira di testa e non trova la porta. Entra anche Latte Lath per Biasci con Baldini che alterna alla perfezione i suoi uomini offensivi. Al 68′ i nerazzurri accorciano le distanze con Masucci che svetta e di testa trafigge Borra. Nemmeno due minuti dopo il Pisa pareggia con Pesenti che si sblocca e trova un gran col di testa su cross di Lisi, straordinario e devastante dal suo ingresso in campo. All’80’ scontro verbale tra Buschiazzo (dalla panchina) e Scaglia: l’arbitro ammonisce entrambi ed allontana il DG dei padroni di casa Berti. All’83’ Valente calcia a botta sicura, ma Lisi si immola e respinge in area piccola. All’85’ Latte Lath calcia dall’interno dell’area, ma Marin mette in angolo. All’89’ D’Angelo fa un triplo cambio alla Toma facendo entrare Liotti, Verna e Moscardelli per Birindelli, Di Quinzio e Pesenti.

TABELLINO CARRARESE-PISA 2-2
Carrarese (4-2-3-1): Borra; Carissoni, L. Ricci, Karkalis, G. Ricci (1′ st Scaglia); Rosaia, Varone; Biasci (63′ Latte Lath), Bentivegna (1′ st Maccarone), Valente; Tavano (56′ Caccavallo) All. Baldini
Pisa (4-3-1-2): Gori; Meroni, De Vitis (58′ Lisi), Benedetti, Birindelli (89′ Liotti); Gucher, Marin, Di Quinzio (89′ Verna); Minesso (76′ Izzillo); Masucci, Pesenti (89′ Moscardelli). All. D’Angelo
Arbitro: Miele di Torino
Reti: 39′ Bentivegna, 52′ Valente, 68′ Masucci, 70′ Pesenti
Ammoniti: Marin, G. Ricci, Rosaia, Buschiazzo, Scaglia, Karkalis
Note: Recupero 3′ pt, 5′ st. Allontanato il DG della Carrarese Berti dopo uno scontro verbale tra Scaglia e Buschiazzo.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018