Il tecnico del Pisa Luca D’Angelo ha effettuato in videochat la conferenza stampa prepartita a poco meno di 24 ore dalla sfida con il Pescara. Ecco le sue dichiarazioni.

Quella col Pescara sarà la prima partita all’Arena post lockdown. Emozioni? Sensazioni?

È bello poter tornare nello stadio, purtroppo sappiamo tutti che non ci saranno i nostri tifosi, saranno assenza importante. Sappiamo qual è l’agonismo e la voglia che trasmettono ai nostri giocatori.

Già nel derby col Livorno il Pisa si trovò in una Arena deserta. Analogie?

Saranno simili come ambientazione ovviamente, però tenendo conto che sono passati 3 mesi e abbiamo giocato solo la partita di Salerno. La differenza calcistica è tutta lì.

Sabato scorso il pareggio a Salerno. Che settimana è stata?

I ragazzi si sono allenati bene, ma questa è una costante dei nostri giocatori. Ci siamo preparati ad affrontare una partita non semplice. Il Pescara ha fatto una buona gara con la Juve Stabia, abbiamo fatto una partita non semplice.

Condizione generale della squadra?

Abbiamo recuperato Moscardelli che sarà tra i convocati. Sono tutti a disposizione.

La vicinanza con la partita di Spezia in programma lunedì prossimo indurrà a fare scelte di formazione in funzione di quella gara?

No, perché abbiamo giocato sabato e abbiamo avuto modo di recuperare. Domani scenderà in campo la formazione più adatta per affrontare il Pescara.

Mister, qual è il rapporto con la sua città, Pescara?

Non è intensa a livello di frequentazione perché ci sto poco, ma ho tutti i pregi e tutti i difetti dei pescaresi.

Quale approccio mentale servirà?

Dobbiamo giocare come siamo più abituati, cercando di fare la partita se ce ne sarà data l’occasione, alzando il ritmo il più possibile.

Il Pescara è in grande forma e Pucciarelli incontenibile. Strategie particolari?

Giocheremo la nostra partita avendo grande rispetto dell’avversario, ma senza accorgimenti particolari per i singoli

Quanto brucia la sconfitta dell’andata?

Non giocammo bene, il risultato fu netto a nostro sfavore, ma dobbiamo pensare solo alla partita di domani. Conta solo quello.

Che contributo si attende da Soddimo in questo finale di stagione?

Ha dato un grande contributo tecnico, ha avuto sempre qualche problema, ma ora è in via di guarigione totale, non so se ha ancora i 90 minuti, ma sicuramente una porzione di gara, non so se inizialmente o a partita in corso la può fare.

Crede che la squadra stia gestendo bene la variabile “fatica”?

Senza dubbio, abbiamo fatto molto bene a Salerno.

Contento per il ritorno di Marin?

Avere tutta la rosa a disposizione è un punto di forza e Marin è uno dei giocatori su cui fare affidamento.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018