Il tecnico del Pisa D’Angelo assieme all’autore del gol Lisi e al centrale Varnier commentano la sfida con il Venezia. Queste le loro dichiarazioni dopo il pareggio in trasferta.

Ecco le parole di D’Angelo: “Abbiamo fatto un grande primo tempo, non abbiamo mai rischiato, avremmo anche potuto segnare prima, ma abbiamo preso gol su un altro rimpallo, ultimamente ne stiamo prendendo troppi. La seconda frazione più equilibrata a mio avviso, l’espulsione di Benedetti ha fatto sì che loro spingessero di più, ma non sono mai stati veramente pericolosi. Lui è andato sulla palla, l’avversario ha coperto, io non l’avrei ammonito forse si poteva evitare. Siamo molto felici della prestazione di tutti. Probabilmente sarebbero entrati Gucher e Fabbro se non ci fosse stata l’espulsione. Abbiamo messo in difficoltà gli avversari, dobbiamo aumentare il minutaggio e continuare a giocare bene, a volte cominciamo a preoccuparci e a spingere molto meno, ma è anche vero che alcuni hanno esordito quest’anno.”

Così invece Varnier: “L’ultima partita di 90 minuti l’ho giocata a giugno 2018, era Frosinone-Cittadella. Adesso è finito un incubo, da un po’ vedo la luce in fondo al tunnel ed è una sensazione nuova. Siamo rimasti in 10 per una decisione un po’ esagerata. Abbiamo abbassato il baricentro, loro cercavano di giocare sugli esterni, ma non abbiamo mollato nulla e abbiamo difeso con linee strette. Perdere due volte al 95′ sarebbe stato troppo, Gori è stato veramente bravo. Lui è un valore aggiunto alla squadra. Sicuramente bisogna migliorare su certi aspetti, abbiamo iniziato benissimo, abbiamo sofferto nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo, poi il gol su calcio d’angolo battuto velocemente. Pinato gli è capitata proprio in testa la palla, è stato sfortunato. Sono contento di aver scelto Pisa, è una piazza bella e calda, non ci avevo mai giocato contro, ma è uno spettacolo la curva e me ne hanno sempre parlato tutti bene. Anche in trasferta i tifosi sono sempre tantissimi e si rendono protagonisti di un grande spettacolo.”

Lisi ha segnato un gol pesante ed è stato autore di una grande partita: “Ho tirato ed è andata bene, non so se il gol sia mio o di Masucci. Siamo contenti di aver portato a casa questo punto. Loro hanno pareggiato, però dai nel secondo tempo siamo ripartiti bene, ci siamo compattati e l’abbiamo portata a casa. Pensavamo solo alle cose positive che avevamo fatto, l’Empoli è alle spalle. Le stiamo giocando tutte a viso aperto e continueremo così avversari permettendo. Sono tutti campi difficili, oggi Venezia, la prossima Perugia, ma sempre con la consapevolezza che siamo una buona squadra. Varnier non sono io che vi devo parlare di lui, un ottimo giocatore e un ragazzo eccezionale entrato in questo spogliatoio.” 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018