Roberto Gemmi e Luca D’Angelo commentano la sconfitta del Pisa a Salerno. Occorre far tesoro di questa sconfitta, lavorando a testa bassa. Il pensiero del ds e dell’allenatore nerazzurro.

Gemmi: “Tutti quanti, me compreso speravamo di partire in maniera diversa. Quando si perde 4-1, quando si subiscono queste sconfitte, la cosa migliore è abbassare le orecchie e lavorare. Fortunatamente abbiamo una gara importante davanti e dobbiamo rifarci, sapendo che abbiamo commesso degli errori, dobbiamo lavorare e cambiare l’inerzia del momento. Giocare col Monza subito un vantaggio? Può essere negativo o positivo, dipende dalle circostanze. Occorre superare questa partita nella testa e nella prestazione in sé. Oggi si è perso, bisogna star zitti e pedalare, sennò si fa lo stesso errore che ha generato questa prestazione. Bisogna prendere la batosta, che è stata una batosta, non ci dobbiamo nascondere, dobbiamo reagire velocemente. Qualcosa da salvare? Niente, Bisogna ripartire da zero, dalla prossima partita, migliorando nel risultato. Poi è chiaro che si salva il gruppo, non è una gara che stravolge tutto. Dobbiamo essere però tutti consapevoli che oggi abbiamo fatto a livello di risultato una brutta figura e dobbiamo assolutamente recuperare. Zero alibi, abbiamo commesso degli errori e dobbiamo portarceli a casa. Dobbiamo cambiare il vento”.

D’Angelo: “Abbiamo fatto un brutto secondo tempo. Il risultato è pesante, il 4-1 non è un risultato che ci aspettavamo in virtù del primo tempo. Tutto è stato cancellato dalla ripresa, non bella da parte nostra. Se manca un po’ di cattiveria negli ultimi 16 metri? Abbiamo fatto male nella nostra area di rigore e male nella loro. Nella concretezza bisogna essere decisivi nelle due aree di rigore. Abbiamo peccato oggi. Il risultato è duro e si può perdere giocando a calcio, fino al 2-0 avevamo fatto anche bene, ma abbiamo giocato disuniti dopo, allungandoci e ppo il risultato è diventato pesante per noi. Bene giocare subito? Non dobbiamo stare a vedere queste cose, dobbiamo solo pensare che la partita di oggi sia stata molto negativa nei 45’ finali. Dobbiamo vedere gli errori commessi per non ripeterli. Se dobbiamo prendere qualcosa di positivi è che, avendo commesso qualche errore, dobbiamo discuterli per fare meglio”.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018