Stefano Gori saluta Pisa e lo fa con una lettera aperta e un video emozionale da far commuovere. Il portiere nerazzurro, dopo due anni, fa scorrere le immagini del tempo passato in città, tra sogni e speranze.

“Tutte le storie hanno un inizio e una fine – esordisce nel video emozionale preparato dallo stesso Gori e dal Pisa – Per me no. Per me quello che ho vissuto a Pisa continuerà a darmi la forza per crescere. Due anni fa ero un ragazzo in cerca di consacrazione. ho trovato una famiglia che ha saputo darmi tutto quello di cui avevo bisogno. Le lacrime dopo trieste, le parate e i gol dei miei compagni. Le cors, per essere il primo ad abbracciarli attraversando tutto il campo. La torre che si intravede dalla metà campo dopo la curva. I sogni restano tali fino a quando non si realizzano e io a Pisa ho vissuto il mio, Questo sarà sempre il mio posto. Grazie di tutto. Stefano”.

Il portiere ha poi fatto un altro post su Instagram: “Salutare non è mai semplice e gran parte delle volte è complicato ed emotivamente difficile. Ho vissuto due anni spettacolari a Pisa, dove le gioie sono state molte di più dei dolori; persone fantastiche con le quali è sempre stato un piacere relazionarmi; compagni di squadra che…. ho sempre reputato come una FAMIGLIA della quale sono orgoglioso di aver fatto parte; staff, magazzinieri e tutti quelli che hanno fatto sì che il Pisa fosse QUESTO. Il tifo e la vicinanza alla squadra (soprattutto in questo ultimo e strano periodo), che non sono mai mancati da parte dei tifosi; lo stadio pieno e la gente che ci aspettava sempre fuori dal cancello dopo le partite. Tutte queste cose mi hanno dato l’opportunità di crescere come uomo e come calciatore. Arrivederci Pisa e grazie”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Salutare non è mai semplice e gran parte delle volte è complicato ed emotivamente difficile. Ho vissuto due anni spettacolari a Pisa, dove le gioie sono state molte di più dei dolori; persone fantastiche con le quali è sempre stato un piacere relazionarmi; compagni di squadra che…. ho sempre reputato come una FAMIGLIA della quale sono orgoglioso di aver fatto parte; staff, magazzinieri e tutti quelli che hanno fatto sì che il Pisa fosse QUESTO. Il tifo e la vicinanza alla squadra (soprattutto in questo ultimo e strano periodo), che non sono mai mancati da parte dei tifosi; lo stadio pieno e la gente che ci aspettava sempre fuori dal cancello dopo le partite. Tutte queste cose mi hanno dato l’opportunità di crescere come uomo e come calciatore. Arrivederci Pisa e grazie❤️ @pisasportingclub #sbg #mas #ss #bb #1m #doublepush

Un post condiviso da Stefano Gori (@sbg166) in data:

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018