Una festa indimenticabile quella che si è svolta stasera all’Arena Garibaldi. I giocatori nerazzurri si sono avvicendati uno a uno chiamati con i soprannomi dati loro dal presidente Corrado. Qualche parola da parte dei protagonisti e via a cantare con la Curva e tra le strade di Pisa.

Grande festa all’Arena

Alcuni giocatori si sono colorati i capelli di neroazzurro, Izzillo si è fatto la cresta rossa, D’Egidio è saltato fuori con un improbabile abito da suora. Tra il serio e il faceto, la squadra si è lasciata andare con il proprio pubblico, per godersi l’attimo, per assaporare questa Serie B conquistata con le unghie e con i denti.

Il portavoce è capitan Moscardelli, mattatore della serata, che si prende il suo pubblico: “Ciao a tutti, che vi devo dire? Mi sembra ieri quando c’era la presentazione. Quella di stasera è una immagine simile ma è tutta un’altra cosa adesso eh?” Parte il coro “Mosca Gol” con i giocatori che festeggiano assieme al loro capitano. Prosegue la barba più famosa di Pisa: “a nome della squadra vi ringraziamo tutti, grazie al vostro aiuto siamo riusciti in questa impresa. Bella ragazzi!” Inevitabilmente parte Sway di Dean Martin, il coro che ha accompagnato la curva da tutto l’anno calcistico 2018/2019.

D’Angelo parla alla platea

L’allenatore Luca D’Angelo è preso dall’emozione, in gola si strozza il pianto di una gioia incontrollata. Il pubblico intona cori per lui e dopo due minuti di silenzio prende la parola: “Questo mestiere si vive per serate come questa. Ringrazio a nome dei ragazzi per l’appoggio costante e continuo.” È di poche parole invece il DS Gemmi: “Siete stati fantastici, è solo l’inizio, vi portiamo la coppa adesso”. Tocca poi a Giovanni Corrado, che è provato dalle 24 ore ininterrotte di festeggiamenti: “Che dire, una serata incredibile. Dobbiamo ringraziare questo pubblico tutto l’anno per esserci stati vicini. Io voglio togliere meno spazio possibile al mister e ai ragazzi. Il merito è tutto loro, godiamoci questa Serie B”.

Le ultime parole sono quelle del presidente, Giuseppe Corrado: “Grazie a questo meraviglioso pubblico, è quello che ha fatto scattare la voglia di vincere a questa squadra. Il discorso iniziale a questa squadra era molto semplice, dissi che dovevano essere all’altezza di questi tifosi e lo sono stati, abbiamo vinto! Ogni parola non è necessaria o non è sufficiente per descrivere questo stato d’animo. Ieri eravamo felici e al termine di un percorso difficile e avvincente. Dire che ci abbiamo sempre creduto può sembrare strano, ma io ci ho creduto sempre. Avevamo una squadra forte, persone competenti, con un DS bravo e un super allenatore, Luca D’Angelo.”

I giocatori portano la Coppa In Curva

Segue poi il vero spettacolo, con i giocatori che portano la coppa sotto la curva e poi ancora una volta via a festeggiare sui lungarni. Al termine di tutto la squadra, dopo le 23 raggiunge palazzo Gambacorti e sui terrazzi del palazzo comunale può salutare ancora una volta il proprio pubblico, per godere nuovamente di questo grande risultato. Giovedì il liberi tutti, con i giocatori che si prenderanno il meritato riposo, alcuni dei quali andranno in vacanza insieme ad Ibiza. In società invece, dopo essersi ripresi da questi due giorni di festa, si tornerà a lavorare per pianificare l’operazione Serie B.

La festa da Palazzo Gambacorti prosegue

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018