L’assessore Raffaele Latrofa è stato ospite in studio dell’ultima puntata della stagione di Finestra sull’Arena. Ecco le sue dichiarazioni in merito alla questione Arena Garibaldi, con il Comune in attesa degli ultimi documenti. Intanto dalle colonne de La Nazione, parla Pasquarelli di Dea Capital: “Vogliamo definire con potenziali investitori. Il Pef definitivo? Ad ottobre, è quello l’orizzonte temporale”.

L’assessore Latrofa all’Arena

Queste le dichiarazioni dell’assessore Raffaele Latrofa: “Sì sì, cosa ci sia o non ci sia da limare lo vedremo bene con il documento ufficiale che dovrà essere consegnato e che dovrà avere tutte le sue formalità. La parola bozza dice tutto, i documenti vengono presentati quando ci sono certe formalità, non ha alcun senso parlare di documenti in bozza. Siamo in attesa di un lavoro che ci è stato detto che partirà dal Pef e che sarà seguito dal progetto. Ci sembra una impostazione corretta perché la fattibilità finale dell’operazione viene certificata dal Pef, l’aseptto del progetto è più tecnico e in quanto tale può avere una scansione temporale di un certo tipo, spero più veloce possibile perchP quando viene impostato bene un Pef il resto viene di conseguenza. Siamo in una fase di attesa senza fretta. Nei mesi scorsi ho detto che su operazioni di questa portata un mese in più o in meno non rappresenta un problema, ma devono essere fatti passi senza correzioni. Tra l’altro l’interlocutore è privato quindi noi come ente pubblico non possiamo neanche dettare dei tempi che non sono nella nostra disponibilità. Noi il nostro lavoro lo abbiamo completato. Il lavoro che abbiamo fatto come amministrazione è stato importante e può essere d’esempio anche per altri. I tempi prospettati sono congrui vista l’importanza del progetto. Il Covid ha rallentato tutto in Italia, non potevamo aspettarci che questa fosse un’eccezione. Nella nostra città ci sono tati tanti Pef che hanno rappresentato un problema e vogliamo evitarlo. Inutile ricordare il debito pregresso di 3 milioni e mezzo per il parcheggio di Piazza Vittorio Emanuele e quello ancora in corso del People Mover. Ciò dimostra che questi documenti sono essenziali per la buona riuscita e la gestione dell’operazione. Non basterà costruire lo stadio, ma gestirlo in maniera congrua”. 

Oggi invece, dalle colonne de La Nazione, è intervenuto anche Alessandro Pasquarelli, delegato della Dea Capital per la nuova Arena. Queste alcune dichiarazioni, mentre la versione definitiva dell’intervista è disponibile in edicola: «Un vero e proprio Pef ancora non è stato consegnato, ma abbiamo avuto ripetuti incontri con l’amministrazione comunale dopo aver ripreso i contatti con tutti gli investitori interessati. Il Pef definitivo? Ad ottobre, è quello l’orizzonte temporale. Dobbiamo rivedere e definire con i potenziali investitori i dettagli dell’operazione». 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018