Si è spento, all’età di 81 anni Gigi Simoni. Aveva portato in Serie A il Pisa ben due volte, nel 1985 e nel 1987. Se ne va dopo aver lottato come un leone nell’ultimo anno, dopo essere stato colpito da un ictus nella sua abitazione di San Piero a Grado, venendo ricoverato d’urgenza a terapia intensiva presso l’Ospedale di Cisanello.

UNA STORIA PISANA – A Pisa Simoni ha guidato la squadra a due promozioni dalla Serie B alla Serie A nelle stagioni 1984/85 e 1986/87. Dopo un anno di “pausa” tra le due annate pisane, era approdato alla Lazio nel 1985/86, per poi tornare appunto a Pisa, dove cominciò una nuova cavalcata trionfale. In tempi recenti aveva festeggiato i 110 anni del Pisa alle officine Garibaldi, assieme ad altri 100 ex nerazzurri.

LA CARRIERA – Successivamente aveva guidato l’Inter nella vittoria della Coppa Uefa nel 1997/98, tenendo testa in campionato alla Juventus. Guidò lil Napoli, la Lazio e il Genoa. Da giocatore aveva indossato la casacca di Napoli, Torino e Juventus tra le altre, per poi cominciare la carriera da allenatore al Genoa, dove di fatto aveva concluso la sua carriera di calciatore. Fu lui il primo ad allenare il Fenomeno Ronaldo in Italia, guidando la squadra meneghina all’infinita lotta di quella stagione, battendo in finale di Coppa Uefa la Lazio.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018