Nel corso della puntata numero 64 di Finestra Sull’Arena è intervenuto telefonicamente l’ex attaccante del Pisa Antonio Montella, attualmente in forza al Modena in serie D. Insieme a lui abbiamo parlato dei problemi che affliggono le serie minori del calcio italiano ed ovviamente dei prossimi play off che interesseranno capitan Moscardelli e compagni a partire da domenica 19 maggio. Rivedi la trasmissione e rileggi le parole di Montella.

Ciao Antonio, a Pisa ti ricordano tutti come un giocatore dal grande impegno dentro e fuori dal campo. Parlaci di questo spareggio promozione tra Modena e Pergolettese che ti vede vestire la maglia dei canarini.

Mi fa molto piacere che a Pisa si ricordino di me per quella che è la mia caratteristica principale, ovvero mettermi al cento per cento al servizio della squadra per la quale gioco. Adesso sono a Modena e domenica prossima saremo impegnati al “Piola” di Novara nello spareggio contro la Pergolettese : chi vince la prossima stagione giocherà in serie C e spero proprio che i gialloblu riescano a tornare nel calcio professionistico, se lo merita la società che è incredibilmente seria e se lo meritano i tifosi e la piazza tutta.

Montella durante Pisa-Hellas Verona

Quest’anno è stato un anno difficile in Serie C per via dei fallimenti e delle penalizzazione. Qual è la ricetta giusta secondo te per evitarlo in futuro considerando che ci sei passato al tempo del Pisa?

Dispiace vedere i problemi che hanno caratterizzato questa stagione di serie C, anche se sono dell’avviso che basterebbe controllare in maniera più capillare i soggetti interessati a rilevare le società per evitare certe situazioni : certi personaggi che nel passato si sono resi protagonisti di fallimenti alla guida di società di calcio dovrebbero essere messi in una black list in modo da non poter fare più danni a quello che è considerato lo sport più bello del mondo. Inoltre ad inizio stagione ogni società dovrebbe mettere dei soldi utili a fare da paracadute ai tesserati nel caso in cui le cose non vadano per il verso giusto nel corso della stagione. Quest’anno in serie D ci sono state un sacco di piazze gloriose: Modena, Reggiana, Cesena, Bari, Avellino. Auguro a queste società di tornare il più presto possibile nel calcio che conta, anche se fintanto che in questo mondo gireranno certi soggetti sarà molto difficile …

Torniamo alle vicende del Pisa. Lucchesi in settimana ha dimenticato alcuni particolari della sua annata post promozione. Che ne pensi di ciò che ha detto?

A tal proposito devo dire che mi hanno stupito le dichiarazioni rilasciate qualche giorno fa a Fabrizio Lucchesi riguardo al periodo in cui è stato a Pisa: io posso dire che dopo la promozione in serie B è stato al nostro fianco fino al mese di ottobre, quando c’è stata la prima spaccatura importante di quell’anno disgraziato coincidente con i primi stipendi non pagati; quello che ha detto non corrisponde totalmente al vero.

I nerazzurri sono al bivio della stagione. Ora tocca ai playoff. Che annata è stata secondo te quella del Pisa?

Seguo tuttora le vicende del Pisa: quando si cambia tanto nel corso dell’estate – allenatore compreso – è anche normale avere delle difficoltà ad inizio stagione ma i neroazzurri si sono resi protagonisti di un girone di ritorno super ed arrivano a questi play off con grande entusiasmo e con una sinergia importante con una tifoseria che può spostare gli equilibri. Faccio a tutti un grande in bocca al lupo e spero davvero che il Pisa possa ripetere l’impresa che riuscì a noi un paio di anni fa.

In collaborazione con Il Pisa Siamo Noi

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018