Termina a reti bianche la sfida tra il Pisa e l’Alessandria. Dopo un primo tempo soporifero e amorfo, nella ripresa la partita si rianima leggermente con un maggior numero di azioni da gol. Alla mezz’ora del secondo tempo i grigi restano in dieci con D’Angelo che inserisce un attaccante in più, ma il risultato non cambia, nonostante il Pisa avesse costretto l’Alessandria nella propria metà campo. In questo inizio di campionato i neroazzurri stentano a decollare e il magro bottino di un gol in quattro partite non è un dato incoraggiante. In chiusura le novità della settimana sulla questione Arena, nuovamente in standby per quanto riguarda la convenzione, mentre l’iter sul restyling prosegue.

Pisa e Alessandria si scontrano in campionato dopo un inizio di stagione molto simile. Per le due squadre 4 punti in 3 partite, con rose rivoluzionate rispetto alla stagione precedente e investimenti minori. I grigi sono dunque gli avversari perfetti per “misurare la febbre” ai neroazzurri per capire quale sarà la stagione della squadra attualmente allenata da mister D’Angelo. Il Pisa ritrova Dario Maltese da avversario, mentre l’Alessandria conseguentemente ritrova Marconi. I due giocatori sono stati infatti protagonisti dello scambio di mercato di cui si parlò molto durante l’estate. In maglia grigia, da capitano, anche il pisano Tommaso Bellazzini che non ha mai vestito la maglia neroazzurra. Venendo alla formazione schierata dal tecnico del Pisa, spazio al solito 3-5-2 con De Vitis finalmente nel suo ruolo di centrocampista. In difesa linea a tre con Liotti, Brignani e Meroni, mentre per il resto face affidate a Lisi e Zammarini e in attacco la confermata coppia Marconi-Moscardelli. Prima della partita spazio agli striscioni della Curva Nord e della gradinata, in sostegno del monte pisano dopo il comunicato della curva dei giorni scorsi: “Viret semperque virebit. Sosteniamo la rinascita del monte pisano. La calamità naturale dev’essere riconosciuta”.

Il pregara di Pisa-Alessandria (foto Valtriani)

PRIMO TEMPO – Venendo alla cronaca, in campo si registra un primo tempo deludente da ambo le parti in cui il gioco stenta a decollare a più riprese; la prima occasione della partita è ad opera dei neroazzurri con Marconi e Moscardelli che non arrivano all’appuntamento col pallone dopo un traversone di Di Quinzio al 9′. Dopo una lunghissima fase di studio, Liotti prova a rompere la monotonia del match con un tiro da 30 metri che termina in curva sud. Ma la partita è amorfa per tutti i primi 45′. Al 37′ l’Alessandria calcia in porta con De Luca, ma il suo tiro viene deviato in angolo da Brignani a portiere battuto. Al 42′ Liotti pesca De Vitis in area di rigore: il centrocampista del Pisa in tuffo trova i guantoni di Cucchietti. Termina così la prima frazione di gara.

Le due squadre prima di entrare in campo (Valtriani)

SECONDO TEMPO – Nella ripresa due nitide occasioni da ambo le parti nei primissimi minuti. Al 5′ De Vitis si divora un gol già fatto tirandola addosso al portiere dopo un pregevole assist di Moscardelli. Sul capovolgimento di fronte Gori compie un miracolo su un gran tiro di Bellazzini, mettendo in angolo. Al 9′ Liotti, servito da Di Quinzio, mette in mezzo un grande pallone per la testa di De Vitis che manda alto. Il ritmo si alza notevolmente in questo secondo tempo, dopo una comprensibile e presumibile strigliata dei due allenatori ai propri giocatori. Al 16′ calcio di punizione per i neroazzurri con Di Quinzio che sfiora l’incrocio dei pali alla destra di Cucchietti. Al 19′ Zammarini spara alto dl limite dopo essere stato servito da Moscardelli. Dopo una girandola di cambi, verso la mezz’ora della ripresa l’Alessandria resta in dieci con l’espulsione di Delvino dopo un tocco duro su Masucci. Al 29′ Liotti ci prova dai 25 metri, ma Cucchietti mette in angolo. Subito dopo Masucci di tacco impegna nuovamente l’estremo difensore dell’Alessandria su cross di Di Quinzio. D’Angelo, vista la superiorità numerica, aumenta il numero degli attaccanti inserendo Cernigoi al posto di Di Quinzio. Al 38′ Pisa pericoloso con Masucci e cernigoi che da corta distanza non trovano lo specchio. Al 42′ mischia in area piemontese, sbuca Moscardelli che devia debolmente. In pieno recupero Cucchietti ferma sulla linea Cernigoi.

le formazioni di Pisa e Alessandria (Foto Valtriani)

STADIO – Nel frattempo l’Arena continua ad essere in standby. L’accordo che sembrava trovato per la firma della convenzione non si è finalizzato in dirittura d’arrivo. Il presidente Corrado, dopo che Pisa e Comune avevano stilato il documento da firmare, ormai pronto da diverso tempo, ha rimesso in dubbio gli accordi presi. Tra i motivi un intervento di manutenzione straordinario occorso due anni fa. Il Pisa, in quella occasione, spese 500 mila euro, una cifra che in quel momento il Comune non poteva sostenere. La precedente amministrazione comunale fece in modo di spalmare la cifra da versare a Pisa attraverso 5 anni a circa 100 mila euro all’anno. Inoltre, solo da pochi giorni, Corrado ha anche saputo che tre anni fa il Pisa versava 10 mila euro di canone al Comune e il Comune contribuiva a sua volta con 65 mila euro di contributo. A questo punto l’accordo per la convenzione non è stato trovato e adesso la situazione è nuovamente al vaglio delle due parti che dovranno nuovamente mettersi al tavolo. A novembre invece sarà fatto il punto della situazione anche sul nuovo stadio, per il quale la Dea Capital dovrà fornire la documentazione della VAS prima che si possa procedere con i passi successivi dell’iter. Su questo però la situazione è in linea con le tempistiche previste.

TABELLINO PISA-ALESSANDRIA 0-0
PISA: Gori; Brignani, Meroni, Liotti; Zammarini (26′ st Birindelli), De Vitis (22′ st Marin), Gucher, Di Quinzio (32′ st Cernigoi), Lisi; Moscardelli, Marconi (22′ st Masucci). All. D’Angelo
ALESSANDRIA: Cucchietti; Gjura, Prestia, Agostinone; Delvino, Maltese (44′ Badan), Gatto, Panizzi (44′ Fissore); Bellazzini (32′ st Gazzi); Santini (44′ st Talamo), De Luca (24′ st Sartore).  D’Agostino
Arbitro: Fabio Pasciuta di Ravenna
Ammoniti: Panizzi, Liotti, Giura
Note: biglietti venduti 1.300, abbonati 4.378 per un totale spettatori di 5.678. Recupero 0 pt, 5′ st.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21.