La vendetta è un piatto che va servito freddo, ma il trionfo nerazzurro all’Arena Garibaldi è caldissimo. Dopo un assedio durato tutta la partita, con i neroazzurri capaci di produrre almeno una ventina di azioni da gol, la Carrarese è ridotta a poco più di una comparsa e la difesa nerazzurra quasi mai impegnata seriamente. Nel secondo tempo arriva il gol che decide tutto con Izzillo, subentrato, che mette dentro su assist di Minesso. La vittoria permette ai neroazzurri di scalare ulteriormente la classifica e di rilanciarsi definitivamente verso un gran finale di campionato. Adesso è lecito sognare.

L’ultimo vero big match della stagione regolare arriva a sette giornate dalla fine del campionato. Di fronte Pisa e Carrarese con i nerazzurri alla ricerca del riscatto dopo che all’andata furono gli avversari a trionfare in casa per 4-1 in quella che fu la peggior prestazione stagionale per gli uomini di D’Angelo. Il mister si affida all’oramai classico 4-3-1-2 con Birindelli e Lisi sulle corsie esterne, Meroni e Benedetti centrali, il centrocampo a 3 composto da Gucher, Verna e Di Quinzio e Minesso dietro le due punte Marconi e Masucci. In campo è un assedio del Pisa con una mole di gioco e di tiri verso la porta che ha dell’incredibile. Borra è chiamato più volte all’impresa respingendo tantissime occasioni da gol e diventando nei primi 45′ il migliore in campo della Carrarese, relegata quasi al ruolo di comparsa. Nella ripresa la musica non cambia e il Pisa continua ad attaccare con grande insistenza. Il gol lo trova alla fine Izzillo, al primo gol con la maglia del Pisa in assoluto, dopo un grande assist di Minesso. La squadra di D’Angelo porta a casa un grandissimo risultato dopo averci provato e riprovato, non calando mai l’intensità per tutti i 90′ e oltre. il Pisa ora è terzo a pari merito in classifica. Si può sognare davvero.

Una istantanea di Pisa-Carrarese (Foto Valtriani)

PRIMO TEMPO – Avvio molto aggressivo del Pisa con un pressing altissimo. Al 3′ i nerazzurri guadagnano un calcio di punizione che Minesso calcia provando a beffare con un pallonetto Borra; ne scaturisce un calcio d’angolo dal quale Gucher prova a sua volta a sorprendere senza successo l’estremo difensore degli ospiti. All’8′ buona occasione del Pisa grazie a una progressione sulla fascia di Birindelli che smista in area per Masucci, ma la sua girata viene respinta abilmente in controtempo da Borra. All’11’ da un calcio d’angolo calciato da Di Quinzio Marconi svetta di testa, ma la conclusione è centrale. Risponde al 18′ Karkalis che raccoglie una respinta sugli sviluppi di un calcio di punizione calciando però alto. Al 20′ azione prolungata dei neroazzurri con Minesso ad allargare per Masucci che a sua volta serve Verna, ma il tiro viene strozzato da un difensore ed è facile per Borra far sua la sfera. Al 24′ uno scambio nello stretto tra Maccarone e Bentivegna manda quest’ultimo a tu per tu col portiere, ma Birindelli chiude con grande autorevolezza. Subito dopo Masucci manda in porta Marconi che, disturbato da un avversario, mette fuori di poco. Al 33′ viene annullato un gol a Masucci, ma il Pisa mette spesso in difficoltà gli ospiti. Al 35′ balla ancora la difesa della Carrarese, ma la squadra di Baldini si salva. Prosegue l’assolo del Pisa al 38′ con Birindelli che ottiene un calcio d’angolo dal quale Masucci colpisce alto di testa su cross di Di Quinzio. Al 43′ Gucher illumina, Masucci prova a dribblare Borra, ma l’estremo difensore della Carrarese fa un altro miracolo. Termina così il primo tempo dopo un assedio pazzesco della squadra nerazzurra.

La coreografia dei tifosi nerazzurri

SECONDO TEMPO – La ripresa comincia dove era finito il primo tempo. La prima occcasione arriva al 5′ con Minesso che, lanciato da Masucci, si invola verso la porta avversaria, ma il tiro viene bloccato a terra da Borra, sempre attento. Al 6′ Di Quinzio viene pescato da Minesso, ma incredibilmente si divora una occasione grossa quanto una casa calciando malissimo dall’interno dell’area piccola. Il Pisa però non accenna a fermarsi e prosegue in un assedio senza fine alla porta avversaria. All’8′ ancora Minesso di prima intenzione non trova la porta dopo un bel passaggio di Verna. Al 12′ Piscopo, appena entrato, prova ad emulare Maradona con un tocco di mano, ma l’arbitro non ci casca e lo ammonisce. Al 14′ Lisi fa una grande giocata dribblando un avversario e mettendo in mezzo per Marconi, ma il tiro di prima intenzione termina di pochissimo a lato. Al 17 si rivede la Carrarese con Maccarone che trova con la complicità di una deviazione Piscopo, ma il suo tiro di punta è bloccato a terra da Gori. D’Angelo mette dentro Izzillo e Pesenti per scardinare la difesa avversaria. Le squadre iniziano ad allungarsi e a praticare un gioco più sfilacciato e meno ragionato. Il pisano Biasci prova a simulare un calcio di rigore sotto la Curva Nord, ma l’arbitro gli dà il giallo. Al 40′ Moscardelli, subentrato a Marconi, ci prova da distanza siderale e mette altissimo. Un minuto dopo, finalmente, arriva la rete che chiude le ostilità col primo gol di Izzillo, abile a inserirsi su un cross di Minesso e a trafiggere Borra. Nel recupero ci prova anche la Carrarese, ma la squadra di Baldini si sveglia troppo tardi e il Pisa vince una partita magistrale.

TABELLINO PISA-CARRARESE 1-0
PISA: Gori; Birindelli (33′ st Marin), Meroni (26′ st Brignani), Benedetti, Lisi; Verna, Gucher, Di Quinzio (20′ st Izzillo); Minesso; Marconi (33′ st Moscardelli), Masucci (20′ st Pesenti). All. D’Angelo
CARRARESE: Borra; Carissoni (10′ st Rosaia), L. Ricci, Karkalis, Scaglia; Varone, Cardoselli; Bentivegna, Biasci, Tavano (10′ st Piscopo); Maccarone. All. Baldini
Arbitro: Gualtieri di Asti
Reti: 41′ st Izzillo
Ammoniti: Lisi, Piscopo, Biasci, Ricci
Note: Recupero 0 pt, . Biglietti venduti 2.585, rateo abbonati 4.384, totale spettatori 6.969. Incasso lordo € 71.852 di cui rateo abbonati € 34.376.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018