Un lampo in pieno recupero, dopo essere andati vicino alla beffa, firmato da due giocatori partiti dalla panchina: Il Pisa esulta e lo fa nel migliore dei modi, vincendo 2-1 grazie a un gol di Danilo Soddimo su assist di Pinato, entrambi entrati pochi minuti prima. Poco prima il Pescara aveva raggiunto la squadra di D’Angelo con un gran gol di Clemenza all’89’. I nerazzurri avevano tutto per poter portare a casa il risultato, ovvero il vantaggio, arrivato nel primo tempo grazie a Francesco Belli, capace di segnare una rete nel primo tempo su un assist del solito, incontenibile Lisi, oltre alla superiorità numerica, poiché nella ripresa gli ospiti erano rimasti in dieci per l’espulsione di Bettella per doppia ammonizione. Adesso solo due giorni per rifiatare, poi sarà trasferta contro lo Spezia. Lisi, ammonito, era in diffida e non sarà della partita.

Lo striscione della Curva Nord

Un 3-0 da riscattare, figlio della peggiore partita che i nerazzurri disputarono in tutto il girone d’andata. Luca D’Angelo fa accomodare in panchina Varnier, De Vitis e Pisano, protagonisti del precedente turno di campionato. Schema quasi del tutto indecifrabile fino all’inizio, con il tecnico che decide per il 3-5-2 con Birindelli centrale sinistro assieme ai colleghi di reparto Caracciolo e Benedetti, mentre sulle fasce Belli e Lisi, ibero di osare. A centrocampo c’è il ritorno di Marin dopo la squalifica, oltre alle conferme di Siega e Gucher. In attacco invece ancora una volta confermata la coppia Masucci-Marconi. Il Pescara è il classico cliente dai due volti: Quando è in partita è difficile contenerlo, mentre se non è in giornata il suo vero avversario è il Pescara stesso. Con il terzino Balzano messo ko da un infortunio, Legrottaglie ha dovuto riadattare a destra il centrale Bettella, lasciando Drudi al centro a fianco di Scognamiglio. Confermato sulla corsia esterna di centrocampo Zappa, ormai piglio di Legrottaglie e vera scoperta del tecnico in una nuova posizione in campo, dove sta rendendo molto bene. La coppia d’attacco è formata da Galano e Pucciarelli. Tra gli osservati speciali del Pisa ci sarà proprio Galano, capace all’andata di seminare il panico nella retroguardia nerazzurra. prima della gara la Curva Nord ha nuovamente lasciato uno striscione di incoraggiamento ai giocatori del Pisa: “Bisogna lottare per continuare a sognare, assenti sugli spali, presenti in campo”. Convincente il primo tempo del Pisa, capace di passare in vantaggio con un gol di Belli, imbeccato da un cross di un incontenibile Lisi. La squadra di D’Angelo non ha sbavature in fase difensiva ed è letale in accelerazione sulle corsie esterne. Nella ripresa il Pescara rimane in dieci, ma i nerazzurri, pur non chiudendo la gara, sembrano poter portarsi a casa il risultato. Un’espulsione di Bettella per doppia ammonizione mette la gara sul binario giusto, ma il Pisa si fa raggiungere sul più bello, ma non è finita qui. All’ultimo secondi ci pensa Soddimo a portare il Pisa in trionfo.

Il gol di Belli (Foto Pisachannel)

PRIMO TEMPO – Un quarto d’ora scarso di studio per le due squadre, con marcature strette e un buon ritmo di gioco. L’equilibrio si spezza con un calcio piazzato di Memushaj che trova la deviazione di Scognamiglio, ma di testa il pallone termina a lato. Al 15′ un calcio d’angolo di Gucher trova, dopo un batti e ribatti, il piede di Caracciolo che spara alto. Sempre nel corso dello stesso minuto è Lisi a creare scompiglio sulla sinistra, andando in fuga sulla fascia e mettendo in mezzo un gran pallone che Belli non può sbagliare, portando in vantaggio i nerazzurri. Al 27′ Lisi costringe al fallo Bettella, che si prende il primo giallo dell’incontro. Da una punizione calciata molto velocemente, al 29′ Pucciarelli salta Gori, ma il tiro è debole e Caracciolo salva tutto. Sugli sviluppi di un contropiede, Birindelli mette a terra Memushaj e l’arbitro comanda una punizione dai 20 metri. Al 39′ Zappa ci prova dalla distanza, ma Gori in due tempi fa sua la sfera. I nerazzurri controllano e chiudono in vantaggio la prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO – Dopo 23 secondi della ripresa è Lisi ad andare subito al tiro colpendo il palo con l’aiuto di una deviazione di Fiorillo. Il Pescara al rientro degli spogliatoi effettua una sostituzione con l’ingresso di Masciangelo per l’ammonito Crecco. Da un errore del guardalinee il Pescara si ritrova quasi in porta, ma Caracciolo salva. Al 53′ Scognamiglio di testa manda alto sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Vicino al gol il Pisa al 55′ con una azione prolungata a una serie di finte, capaci di mettere Lisi in condizione di offendere, ma sul più bello la difesa ospite sventa l’occasione. Al 59′ Gucher su angolo serve Masucci, ma di testa il pallone è alto. Brutto fallo al 60′ da parte di Bettella nei confronti di Birindelli che gli vale il secondo giallo, col Pisa che ha mezz’ora di superiorità numerica a disposizione. Girandola di cambi per le due squadre con l’ingresso di Vido e De Vitis per Siega e Masucci, oltre al Pescara che cambia Kastanos e Pucciarelli per Melegoni e Clemenza. Al 68′ proteste del Pisa su un tiro di Lisi che, secondo i calciatori del Pisa, ha visto il pallone colpire un braccio di un avversario. Al 75′ Gucher pesca in tuffo Marconi, ma il centravanti nerazzurro la mette di poco alta di testa. Colpito dai crampi, Samuele Birindelli viene sostituito al 77′, al suo posto entra Eros Pisano. Cresce di intensità Michele Marconi, capace di impegnare Fiorillo su un nuovo colpo di testa. All’83’ viene ammonito ingenuamente Lisi, ma il suo cartellino giallo è pesantissimo. Da mesi in diffida infatti, Lisi salterà il derby con lo Spezia. Nel finale ultimi cambi per D’Angelo che mette dentro al posto di Lisi e Marconi Soddimo e Pinato. Proprio negli ultimi minuti Clemenza trova un sinistro perfetto che riagguanta al minuto 89′ il risultato in una Arena tanto deserta quanto gelata. Sembra finita, ma invece Soddimo, su assist di Pinato, al 95′ trova il gol partita. E il Pisa trova i 3 punti.

TABELLINO PISA-PESCARA 2-1
Pisa: Gori; Birindelli (77′ Pisano), Caracciolo, Benedetti; Belli, Lisi (84′ Soddimo); Gucher, Marin, Siega (66′ Vido); Masucci (66′ De Vitis), Marconi (84′ Pinato). A disp. Perilli, Moscardelli, Minesso, Meroni, Varnier, Ingrosso, Fabbro. All. D’Angelo
Pescara: Fiorillo; Bettella, Drudi, Scognamiglio, Crecco (1′ st Masciangelo), Zappa, Busellato (88′ Pavone), Kastanos (63′ Melegoni), Memushaj (77′ Maniero), Galano, Pucciarelli (63′ Clemenza). A disp. Alastra, Del Grosso, Elizalde, Palmiero, Mane, Borrelli, Bojinov. All. Legrottaglie
Arbitro: Minelli di Varese
Reti: 15′ Belli, 89′ Clemenza
Ammonizioni: Crecco, Lisi, Drudi
Espulso Bettella per doppia ammonizione
Note: Minuti di recupero 0 pt, 4′ st

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018