Senza la classica conferenza pregara del tecnico Luca D’Angelo ci pensa il giovane Marco Pompetti, fresco d’esordio contro il Cosenza, a caricare l’ambiente alla vigilia di Pisa-Ascoli.

Ecco le dichiarazioni di Pompetti: “Sicuramente sono molto contento per l’esordio dopo un periodo di ambientamento anche se abbiamo perso una partita che sa di beffa col Cosenza. Contro l’Ascoli dobbiamo rifarci come ha detto il mister, cancellando ciò che è successo venerdì. Debuttare tra i grandi in Serie B è un’emozione enorme. Quando il mister mi ha chiamato ho realizzato che sarei sceso in campo e volevo dar una mano ai miei compagni. Sono un giocatore a cui piace giocare con il pallone tra i piedi e dar mano alla squadra. In allenamento prendo spunto da De Vitis e Marin. In queste ultime giornate dobbiamo fare più punti possibili per entrare nei playoff e andarcela a giocare a viso aperto con tutti. Sono venuto qui a Pisa con molta ambizione come l’ambizione che ha la stessa società. Il mio sogno con il Pisa è andare in Serie A, se non ci riusciamo quest’anno, proveremo il prossimo. D’Angelo? Persona schietta e sincera con tutti, ti fa sentire la sua fiducia. Questo è il suo punto di forza”. 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018