Che succede in Serie B? Tra squadre che ripartono, almeno per le convocazioni e gli allenamenti individuali e squadre che attendono: il quadro. Mercoledì la Figc si riunirà in consiglio federale per discutere del calcio italiano, mentre intanto, sulla base dell’ultimo Dpcm, ha prolungato la sospensione delle attività fino al 14 giugno, pur auspicandosi di ripartire il 13. Intanto c’è una nuova proposta di protocollo, le cui versioni dello stesso hanno ormai superato il numero di autocertificazioni di Conte, ma il Comitato Tecnico Scientifico del governo si è preso due giorni per decidere.

PISA E SERIE B – I nerazzurri restano alla finestra, anche perché in questa fase, anche al campo, cambia davvero poco per gli allenamenti, in attesa di capire se arriverà un protocollo attuabile in Serie B che possa permettere gli alienamenti di gruppo, ma anche per capire cosa accadrà nel consiglio federale della Figc previsto per domani. Intanto, tra allenamenti individuali e convocazioni, almeno per gli accertamenti, 15 squadre sono già partite in Serie B, con una sedicesima che si aggiungerà giovedì. Si tratta della Virtus Entella, che quel giorno sarà impegnata con i primi tamponi e test sierologici. Al momento restano ‘fermi’ e monitorati a distanza dallo staff i giocatori di Pisa, Livorno, Chievo e Benevento, che dopo aver valutato la situazione, si organizzeranno con la società per partira dai test sierologici e i tamponi, prima dell’inizio delle attività al campo tutti assieme.

FIGC – Intanto la Figc prolunga la sospensione delle attività al 14 giugno. Questo il comunicato: “La FIGC, preso atto delle determinazioni assunte nel DPCM del 17 maggio recante “misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale” e preso atto della sospensione sino al 14 giugno 2020 degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, di cui al citato Decreto, nelle more di ogni ulteriore e auspicabile decisione della autorità competenti a riguardo, ha prorogato la sospensione dell’attività sportiva fino al 14 giugno 2020″.

IL NUOVO PROTOCOLLO – Mentre le proposte per il protocollo hanno superato il numero delle autocertificazioni da quarantena, vediamo quali sono i nuovi punti cardine che potrebbero adattarsi anche alla Serie B, mentre il Comitato Tecnico Scientifico si è preso due giorni per decidere. Li riporta l’avvocato Cesare Di Cintio:

 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018