Un immenso Pisa batte anche il Parma in Coppa Italia e avanza al quarto turno, divenendo una delle sorprese della competizione. Sempre più bella la squadra, ancora sperimentale, di mister D’Angelo, il cui carattere sta conquistando i tifosi neroazzurri. Zammarini la sblocca nel primo tempo, poi nella ripresa va diverse volte vicino al raddoppio. Proprio Zammarini risulta determinante in fase offensiva e difensiva, risultando il migliore in campo. Nel finale Campani salva due volte il risultato. È solo calcio d’agosto, ma quanto è bello sognare! La Coppa Italia tornerà a dicembre, i neroazzurri giocheranno contro il Novara che ha battuto il Brescia ai rigori. Ora testa alla preparazione per il campionato con un occhio al mercato.

La coreografia dei 1500 tifosi pisani accorsi al Tardini di Parma

Il Pisa di D’Angelo arriva a Parma per giocarsi le proprie carte nel terzo turno di Coppa Italia nel “derby della famiglia Corrado”. Come i tifosi ricorderanno, infatti, Giuseppe Corrado provò ad acquisire il Parma alcuni anni fa prima di diventare il presidente del Pisa. Neroazzurri con i nuovi arrivi tutti convocati, compreso Buschiazzo, aggregato al gruppo, ma non schierabile in quanto non è ancora arrivato il tms internazionale. Difesa sempre in emergenza, con Birindelli e De Vitis centrali difensivi accanto al nuovo acquisto Brignani. Se Atene piange, Sparta non ride. Anche a Parma infatti non se la passano bene e la squadra è in totale e assoluta emergenza. Solamente quattro i centrocampisti convocati da D’Aversa e numerosi sono i giocatori assenti. A Parma inoltre i quotidiani stanno bocciando il calciomercato degli emiliani, in particolare con il Corriere dello Sport che ha affibbiato un deciso 5 in pagella giudicando la rosa inadeguata al contesto della Serie A. Di fronte a 1500 pisani accorsi al Tardini è il Pisa a trionfare ancora in questo agosto di Coppa Italia. Dopo un primo quarto d’ora in cui vengono prese le misure alla squadra di D’Aversa, il Pisa esce dal guscio e comincia a imporre il proprio gioco. Dopo una splendida azione corale Zammarini la sblocca nel primo tempo. Nella ripresa il Pisa ha tre buone occasioni nei primi 20 minuti, ma non le sfrutta. Zammarini continua ad essere eroico salvando il risultato e andando più volte vicino al gol. Senza dubbio è lui il migliore in campo. La società che già gli ha prolungato il contratto, come disse il presidente Corrado a Storo, adesso deve assolutamente blindarlo. Nel finale Campani (seguito dalla Juventus B) salva due volte il risultato. La Coppa Italia tornerà a dicembre e il Pisa adesso potrà concentrarsi sul calciomercato e sul terminare la preparazione per l’inizio del campionato.

le due squadre all’ingresso in campo.

PRIMO TEMPO – Al 3′ il Parma si affaccia subito in attacco: Galano va via sulla destra e dialoga con Ceravolo, ma il tiro è deviato dalla retroguardia neroazzurra. All’8′ Di Gaudio, altro brutto cliente per il riadattato centrale Birindelli, prova a penetrare la difesa, ma senza successo. Poco dopo Barillà calcia a incrociare e sfiora il palo alla sinistra di Campani. Al quarto d’ora di gioco il Pisa va vicino al gol con Lisi che impegna seriamente l’ex neroazzurro Sepe, costretto a mettere in angolo. Ancora una volta pericoloso il Pisa al 19′ con Di Quinzio che libera il destro dal limite, ma Sepe respinge ancora. Al 23′ i crociati si rivedono con Stulac, ma il suo tiro è fuori. Al 28′ Zammarini finalizza un’azione corale portando in vantaggio il Pisa. I neroazzurri continuano a spingere e a ottenere diversi calci d’angolo, mentre i padroni di casa spariscono dal campo per diversi minuti accusando il colpo. Al 43′ si rivede il Parma con Galano che emerge da una mischia, ma una deviazione di De Vitis salva la situazione. Non accade più niente e il Pisa va al riposo in vantaggio.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con un cambio forzato per i neroazzurri: Al 5′ si fa male infatti De Vitis, dolorante a una coscia, al suo posto entra Meroni. Poco dopo Di Gaudio salta un avversario e va al tiro, ma Campani blocca. Al 10′ Lisi attacca, poi Masucci va vicinissimo al gol, ma la palla va fuori. Subito dopo Zammarini sfiora ancora il 2-0. Sempre Zammarini mette in mezzo per Masucci al 12′, ma il suo colpo di testa finisce fuori di pochissimo. Al 18′ occasionissima per il Pisa dopo un contropiede con un tiro di Lisi salvato sulla linea dalla difesa crociata, poi una rovesciata di Moscardelli finisce fuori. Al 25′ ci prova Stulac su punizione, ma il tiro è alto. Il Parma insiste sulla propria corsia di destra, con il Pisa che ora si difende ordinatamente. Sempre Zammarini, letteralmente l’eroe della serata, salva ancora il risultato come aveva fatto contro la Cremonese, stavolta con un prodigioso intervento su Barillà. Al 31′ Moscardelli calcia una punizione dalla tre quarti, il pallone termina sui piedi di Birindelli dopo una respinta, ma il giovane calciatore del Pisa non trova la porta. Al 34” miracolo di Sepe che sventa l’occasione del 2-0 ancora con un colpo di testa del solito Zammarini. Al 41′ cross di Gobbi dalla sinistra, Baraye ci arriva di testa, ma Campani si distende e salva con un altro intervento dei suoi. A pochi minuti dal termine il Parma colpisce il palo e il Pisa si salva. Nel recupero Moscardelli calcia alto dopo un bel contropiede, poi Ceravolo mette fuori l’ultimo tiro per il Parma. Alla fine la vince la squadra di D’Angelo. Questo Pisa è sempre più bello.

TABELLINO PARMA-PISA 0-1
PARMA: Sepe; Iacoponi, Gagliolo, Dimarco (25′ st Biabiany), Gobbi; Rigoni, Stulac, Barillà; Di Gaudio (17′ st Da Cruz), Ceravolo, Galano (31′ st Baraye). All. D’Aversa
PISA:Campani; Birindelli, Brignani, De Vitis (5′ st Meroni); Zammarini, Izzillo (17′ st Verna), Gucher, Di Quinzio, Lisi; Moscardelli, Masucci (30′ st Cuppone). All. D’Angelo
Arbitro: Serra di Torino
Reti: 28′ Zammarini
Ammoniti: Gagliolo
Note: recupero 2′ pt, 5′ st

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018