Solo un turno di squalifica per Marco Pinato, dopo il cartellino rosso in Pisa-Pordenone. Tra i diffidati invece Masucci si aggiunge a Benedetti e Lisi. Intanto a Firenze incontro tra i vertici dell’AIA e i rappresentanti del campionato cadetto organizzato dalla Lega di Serie B.

PINATO – Il Giudice Sportivo avvocato Emilio Battaglia ha reso note le proprie decisioni in merito all’ultimo turno del campionato di Serie B. Ed è arrivata la prevista squalifica di Marco Pinato, allontanato dal campo pochi minuti prima della fine del match con il Pordenone: per lui 1 giornata di squalifica con la seguente motivazione: “per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco“. Inoltre da segnalare che Gaetano Masucci si aggiunge alla lista dei diffidati composta anche da Simone Benedetti e Francesco Lisi. Uno squalificato anche in casa Virtus Entella: domenica non sarà disponibile per la gara dell’Arena il calciatore ligure Michele Pellizzer squalificato per 1 giornata

INCONTRO A FIRENZE – un confronto, fra arbitri e società della B, per capire, come ha detto il responsabile della Can B Emidio Morganti, ‘se le nuove regole sono state permeate’. A Villa Medici a Firenze i 20 club della Serie BKT si sono dati appuntamento con i vertici della Can B in un incontro organizzato dalla Lega B. Il primo intervento è spettato al padrone di casa, il presidente della Lega B Mauro Balata, che dopo aver salutato autorità e club ha parlato dell’importanza dell’incontro: ‘Quello di oggi segue l’appuntamento di Ascoli in agosto e serve per avere un confronto e una collaborazione ancora più proficua fra Aia e società. Abbiamo iniziato un processo che ci porterà ad avere la tecnologia Var in pianta stabile nel nostro campionato; è un percorso partito da diverso tempo, stiamo già facendo un’attività di tipo sperimentale dalla scorsa estate, iniziata a Sportilia a fine luglio. Ormai abbiamo avuto tutti i passaggi anche di natura istituzionale esterni e quelli interni alla Lega, quindi credo sia motivo di grandissima soddisfazione e orgoglio che la seconda divisione del campionato italiano abbia in futuro il VAR in pianta stabile”. È poi intervenuto il presidente dell’Aia Marcello Nicchi: ‘È un incontro molto importante, da più parti si sente dire ‘bisogna sapere, non sappiamo, non conosciamo’, il più delle volte non si conosce il regolamento. Questa è l’occasione per chiarire alcune norme regolamentari utili per quelli che vanno in campo. Credo sia uno degli incontri più importanti perché è il momento in cui se qualcuno ha delle informazioni da chiedere o ha da fare delle domande su cose che sono capitate e non ha capito, è il momento per spiegarlo. Meglio di così non si può fare, noi siamo sempre disponibili come sapete bene con A, B e C a questo tipo di confronto tecnico. Credo che la strada intrapresa sia quella giusta’. Presente anche per un saluto il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: ‘È fondamentale – ha detto – il confronto fra le leghe, ragionando a sistema e partendo da basi come la programmazione e la sostenibilità. Da questi elementi-chiave e dal rispetto delle regole passa il futuro del nostro calcio’. Il direttore generale della Lega B Stefano Pedrelli ha infine sottolineato come questa sia ‘una bella occasione per togliersi ogni dubbio’. I filmati di Emidio Morganti si sono focalizzati soprattutto sul fuorigioco, in particolare sulla passività o meno, e sui falli di mano. Oltre 14 le clip visionate di queste prime 14 giornate di Serie BKT da cui si è aperto un dibattito con i rappresentanti dei club in particolare sulla passività o attività delle posizioni davanti alle porte. Alcuni dati: diminuiscono leggermente le ammonizioni, da 5,13 a 4,93 a gara, costanti invece le espulsioni. Al termine le conclusioni dei due presidenti. Nicchi: ‘Penso si sia fatto un buon lavoro e abbiamo ottenuto la collaborazione da parte delle squadre, difficilmente infatti vediamo arbitri accerchiati e questo è un fatto positivo. Sono diminuiti poi i falli brutti, si parla di meno e si gioca più a calcio’. L’ultima parola a Balata: ‘Siamo contenti perché fatti particolarmente gravi non ce ne sono stati e questo denota grande crescita culturale’.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018