A conclusione oggi dell’ultima riunione della Commissione urbanistica sull’approvazione della variante Stadio, in cui sono state votate le ultime quattro osservazioni alla variante, così commenta l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa: “In pieno rispetto del cronoprogramma stabilito, si conclude oggi l’iter delle osservazioni alla variante Stadio. 65 le osservazioni discusse e approvate nell’arco di meno di due mesi di lavoro. Ringrazio tutti gli uffici interessati per il prezioso supporto e per la disponibilità dimostrata durante le sedute.” Giunge alla conclusione l’iter burocratico per la variante dell’Arena Garibaldi. Dopo l’approvazione in consiglio comunale, la palla passerà al Pisa.

“A breve – aggiunge l’assessore all’urbanistica Massimo Dringoli – come è stato anticipato in commissione dal presidente Maurizio Nerini, sarà calendarizzata la votazione della variante in Consiglio Comunale, presumibilmente nella seduta del 24 marzo, concludendo definitivamente l’intero iter di approvazione della variante urbanistica, che è la parte che spetta al Comune”.

“È bene ancora una volta precisare ai cittadini – conclude Latrofa – che si tratta di due passaggi distinti: la variante, dopo l’approvazione in Consiglio, stabilirà la previsione dello stadio a Porta a Lucca, poi starà al privato, in questo caso alla società del Pisa Sporting Club, presentare un progetto di carattere definitivo e poi esecutivo, comprensivo del piano economico finanziario.”

Fonte: Comune di Pisa

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018