La svolta nelle trattative notturne che ha portato all’accordo per Soddimo e Luca Vido, che a breve dovrebbero essere ufficializzati dal Pisa, è in realtà un acquisto strategico per i colori nerazzurri. Con Vido si riforma l’asse che ha portato il Milan a vincere il Torneo di Viareggio nel 2014, quando nelle file rossonere giocavano anche Gori, Fabbro, Pinato e Livieri, ma l’attaccante ritrova anche Varnier e Siega, compagni due anni fa a Cittadella. Con Soddimo Gucher ritrova un amico con cui ha condiviso grandi imprese con la maglia del Frosinone. Due acquisti che migliorano la caratura tecnica, ma anche umana, della squadra, proprio gli obiettivi che cercava il Pisa.

Soddimo e Gucher ai tempi del Frosinone (Foto Instagram calciatore)

UNA NOTTE DA LEONI – Sembravano addirittura essere temporaneamente sospese le trattative che portavano a Soddimo, con il ritorno di Rastelli sulla panchina della Cremonese in sostituzione di Baroni, ma dopo l’ok in serata del nuovo tecnico dei grigiorossi, il DS del Pisa ha dato una decisa accelerata per portare a Pisa il trequartista. il giocatore, come rivela La Nazione nella sua edizione online, arriva a titolo definitivo con un contratto fino al 2021 e opzione di rinnovo fino al 2022. Per Luca Vido invece era già tutto fatto da ieri pomeriggio. Due giorni fa il giocatore si era liberato dal prestito con il Crotone, tornando alla base a Bergamo, dove quindi ha potuto scegliere in tutta calma la sua nuova destinazione. Su di lui c’era anche il Pescara, ma il Pisa ha vinto la concorrenza dei biancocelesti portandolo in nerazzurro. Si parla di un prestito, ma ancora non è chiaro se sia secco o con diritto di riscatto. Con l’ufficialità si toglierà il velo anche su questa piccola incognita.

Due giovanissimi Vido e Pinato ai tempi del Milan

TANTI EX COMPAGNI – L’aveva detto Giovanni Corrado, non più tardi di una settimana, fa a Finestra sull’Arena: “In un mercato complesso, coglieremo le opportunità per migliorarci sul lato tecnico e umano”. Detto fatto. I due acquisti migliorano la squadra tanto sul piano tecnico quanto su quello umano. Se dal lato tecnico si parla di indiscussi giocatori di valore, su quello umano il loro arrivo integrerà alla perfezione la rosa, poiché i due ritrovano tanti ex compagni di squadra. Soddimo ritrova il compagno di mille battaglie Robert Gucher, con cui ha condiviso il doppio salto dalla C alla A con il Frosinone e poi ancora la nuova promozione in massima serie dopo un anno di purgatorio. Per Vido il discorso è differente. Di compagni ne ritrova addirittura 6. Quattro dei tempi del Milan, quando sotto la guida di Inzaghi ci fu la vittoria del Trofeo di Viareggio nel 2014. Nella finale del torneo infatti in formazione c’erano Gori, Fabbro, Pinato e Livieri (in panchina), con Fabbro che segnò anche un gol. Sfogliando il profilo instagram del calciatore ci sono tante foto di quel periodo e anche scatti singoli con gli amici Pinato e Livieri, mentre Fabbro rideva e scherzava con tante battute tra i commenti. Dal Cittadella invece ritrova Varnier e Siega, altri due giocatori con cui raggiunse il sesto posto in campionato due anni fa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#viareggio#campioni#primavera#milan 🔴⚫️

Un post condiviso da Luca Vido (@vido) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Giocatore eccezionale @pinatomarco #milan#bomberpinato

Un post condiviso da Luca Vido (@vido) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Around Chicago with my friends 🇺🇸🏙

Un post condiviso da Luca Vido (@vido) in data:

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018