Bisogna saper soffrire, anche su terreni non congeniali, come il sintetico di Chiavari. Il Pisa di D’Angelo prova a lasciarsi alle spalle la sconfitta di Trieste, ma viene beffato nel recupero grazie a un gol di Pellizzer che raggiunge la precedente rete di Vido nel corso del primo tempo, su assist di Gucher. Peccato perché fino a quel momento il Pisa era virtualmente ai playoff, in virtù dei risultati di Chievo ed Empoli. Nerazzurri non brillantissimi nell’ultima mezz’ora di gioco, ma in generale in tutta la ripresa. Sono più due punti persi di un punto guadagnato. Pesa comunque anche un errore tecnico del direttore di gara Illuzzi che fa confusione ammonendo Chiosa invece di Paolucci, già ammonito, per un fallo su Vido.

Sul sintetico di Chiavari il Pisa prova a mettere in atto un altro tassello per raggiungere la salvezza matematica in Serie B, cercando anche di lottare per la zona playoff. Altra sfida tra due neopromosse dopo la rissa di Castellamare di Stabia che ha condizionato l’ultimo incontro dei biancocelesti che devono rinunciare a due giocatori, Crimi e Coppolaro. Non ce l’ha fatta a recuperare Contini, accomodatosi in panchina e, nel 4-3-1-2 di Boscaglia in porta c’è Borra, mentre in attacco al posto di Morra ecco Rodriguez. Il Pisa invece ripropone il 3-5-2 con Caracciolo, Benedetti e Ingrosso, alla prima presenza post-lockdown. Sulle due corsie laterali D’Angelo mette Birindelli e Lisi, mentre a centrocampo agiscono Marin e Gucher con Soddimo dietro le due punte confermate Vido e Marconi. Per i nerazzurri mancano gli infortunati Masucci e Belli, rimasti a Pisa a recuperare. Nel primo tempo, un po’ avaro di emozioni, due squadre tranquille finiscono per farsi innervosire dal direttore di gara, protagonista di alcune piccole valutazioni non proprio felici, come un giallo su un fallo inesistente di Lisi. La squadra di D’Angelo però passa in vantaggio grazie a un gol di Vido su assist di Gucher. Nella ripresa gara molto nervosa, ancora condizionata da un paio di errori del direttore di gara, come nel caso dell’ammonizione verso un giocatore sbagliato dell’Entella, quando avrebbe potuto dare il giallo a Paolucci, già ammonito per un fallo su Vido. Il Pisa prova a resistere, dopo un secondo tempo molto in calo, ma Pellizzer al 94′ la pareggia beffando i nerazzurri.

Vido esulta dopo il gol a Chiavari (Foto Lega B / Getty Images / Pisachannel)

PRIMO TEMPO – Ci prova subito il Pisa al 4′ con un tiro da centrocampo, facilmente bloccato da Borra. Respinge un minuto dopo Settembrini con un tiro centrale, ma Gori blocca sicuro. Al 9′ il Pisa passa: Gucher va via a Paolucci e mette in mezzo un cross basso che Vido non può sbagliare, per il vantaggio nerazzurro. Al 15′ è l’Entella a rendersi pericoloso in una gara molto aperta nei primi minuti, grazie a un colpo di testa di Rodriguez che termina alto. Tanti errori da una parte e dall’altra in questa fase con il Pisa che rintuzza i tentativi dell’Entella di provare a reagire allo svantaggio. Al 24′ l’arbitro comanda il cooling break. Al 33′ Gucher calcia da lontano una punizione direttamente tra le braccia di Borra. Al 37′ Pellizzer rischia un clamoroso autogol deviando pericolosamente un cross di Lisi di poco fuori dallo specchio della porta. Al 44′ Rodriguez serve Mazzitelli, ma il colpo di testa esce fuori di pochissimo. Termina così un primo tempo con poche occasioni da gol.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa l’Entella va vicinissimo al pareggio con un colpo di tacco al volo di Chiosa, bloccato però senza problemi da Gori, che subito dopo si incarta in un coraggioso quanto rischioso dribbling, rifugiandosi poi in angolo. Al 49′ Marin raccoglie una respinta, ma la conclusione è alta sopra la traversa. Replica lo stesso centrocampista al 53′ con un altro tiro da fuori, ma stavolta Borra si deve superare per evitare il gol al calciatore rumeno. Al 58′ Schenetti si libera della marcatura di Lisi, appoggia per Rodriguez, ma Gori c’è. Al 59′ l’Entella calcia ripetutamente verso la porta avversaria: dopo una serie di deviazioni De Luca si trova la palla sul destro a tu per tu con Gori, ma il tiro è troppo debole e il numero 1 del Pisa blocca a terra. Un minuto dopo ancora De Luca si fa ipnotizzare dal portiere nerazzurro, ma la squadra di D’Angelo soffre tantissimo in questa fase. I nerazzurri effettuano due cambi rapidi, facendo subentrare Siega per Soddimo e Pinato per Gucher, mentre l’Entella sceglie Dezi a rilevare Settembrini. Al 68′ De Luca sfiora il palo con un gran destro a volo, con la difesa del Pisa mal piazzata. Replica un minuto dopo Vido che sfiora la traversa con un violento destro da fuori area. Illuzzi va ancora in confusione ammonendo Chiosa al posto di Paolucci, già ammonito, per un fallo su Vido. Ultimi cambi per D’Angelo che inserisce De Vitis per Benedetti, vittima di crampi e poi Pisano al posto di Birindelli. All’86’ Pinato viene servito da uno straordinario Vido, autore di una gara sontuosa, ma il sinistro dalla distanza è centrale. La squadra di D’Angelo prova a resistere fino alla fine, ma un gol di Pellizzer al 94′ gela il Pisa. A conti fatti un pareggio meritato dell’Entella, considerando un secondo tempo in costante calo da parte dei nerazzurri.

TABELLINO VIRTUS ENTELLA-PISA 1-1
Virtus Entella: Borra, De Col, Chiosa, Pellizzer, Sala, Settembrini (63′ Dezi), Paolucci (81′ Chajia), Mazzitelli, Schenetti, Rodriguez, G. De Luca (77′ Morra). A disp. Paroni, Contini, Crialese, Currarino, Adorjan, De Luca, Toscano, Andreis, Poli. All. Boscaglia
Pisa: Gori; Ingrosso, Caracciolo, Benedetti (77′ De Vitis); Birindelli (77′ Pisano), Lisi; Marin, Gucher (65′ Pinato), Soddimo (63′ Siega); Vido, Marconi. A disp. Perilli, Dekic, Pompetti, Moscardelli, Minesso, Meroni, Varnier, Fabbro. All. D’Angelo
Arbitro: Illuzzi di Molfetta
Reti: 9′ Vido, 94′ Pellizzer
Ammoniti: Lisi, Paolucci, Soddimo, Chiosa, Benedetti
Note: Recupero 3′ pt, 6′ st

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018