Ultima gara del 2016 per il Pisa che non riesce a conquistare neanche un pareggio a Benevento nonostante abbia giocato la gara col più alto numero di tiri in porta di tutto il girone di andata e non abbia mai demeritato per tutta la sfida.

Alla dinamicità di Peralta risponde la bravura di Cragno, autentico fenomeno tra i pali e migliore in campo del match. Adesso per la squadra di Gattuso il rompete le righe in attesa del ritorno agli allenamenti previsto per il 7 gennaio. La società dovrà intervenire sul mercato per raggiungere la salvezza. Il vero campionato per il Pisa comincia ora.

PRIMO TEMPO – Parte molto bene il Pisa costringendo nei primi minuti il Benevento nella propria metà campo pur senza tirare in porta. All’11’ sono i padroni di casa a farsi vedere con Cissè che da due passi spara clamorosamente alto dopo un rimpallo. Il Pisa prova a tornare in offensiva, ma va al tiro solo in fuorigioco con Verna e Sanseverino. Momento di apprensione per i nerazzurri con Del Fabro che esce malconcio da un contrasto col labbro insanguinato, ma da gladiatore resta sul terreno di gioco. I giallorossi invece crescono e vanno nuovamente al tiro al 29’ ancora una volta con Cissè, stavolta sul fondo. Due minuti dopo, però, al terzo tentativo, la squadra di Baroni passa, con una nuova conclusione di Cissé abile a ribadire in rete di testa un pallone non trattenuto da Ujkani. Al 45’ Mannini ha un’ottima occasione dopo aver raccolto un pallone appoggiato di testa da Eusepi, a seguito di un cross di Longhi, ma il suo tiro termina alto. Termina così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con Ceravolo subito in avanti con un tiro che impegna Ujkani al 3’. Al 5’ Mannini replica con una conclusione insidiosa dai 25 metri, ma Cragno neutralizza in due tempi.  Al 7’ Mannini ci prova ancora sullo stesso angolo, ma Cragno si fa trovare nuovamente pronto. Il Pisa va ancora una volta al tiro in pochi minuti. È Di Tacchio che stavolta calcia dai 35 metri, ma la sua conclusione è alta. Il Pisa a questo punto inizia a bombardare letteralmente la porta del Benevento con un tiro dietro l’altro. Un minuto dopo infatti c’è una azione prolungata degli uomini di Gattuso con Peralta che calcia da fuori. Sulla respinta di Cragno Mannini dà nuovamente a Peralta, ma Cragno mette in corner. Sul corner la palla finisce sui piedi di Di Tacchio che calcia dal limite, ma Cragno neutralizza ancora. Il portiere giallorosso è una saracinesca. Al 26’, dopo svariati cambi da una parte e dall’altra, il Benevento torna alla conclusione con Ceravolo che sfrutta un colpo di tacco di Camporese, ma una deviazione rende il tiro innocuo. Al 29’ occasione importantissima per il Pisa con Cani che raccoglie di testa un cross e mira all’angolo. Anche stavolta Cragno compie un autentico miracolo salvando il risultato. Al 44′ Ceravolo prova la conclusione da fuori, ma Ujkani respinge abilmente, poco prima di una nuova conclusione di Falco, anch’essa neutralizzata. Niente da fare per i nerazzurri che non riescono a raddrizzare la partita. Arriva così una sconfitta immeritata.

SERIE B, 21° GIORNATA: BENEVENTO-PISA 1-0
BENEVENTO: Cragno, Venuti, Camporese, Lucioni, Pezzi, Buzzegoli (36’ s.t. Gyamfi), Chibsah, Pajac (23’ s.t. Falco), Cissè, Melara (19’ s.t. Del Pinto), Ceravolo. All. Baroni
PISA: Ujkani, Golubovic, Del Fabro, Fautario, Longhi, Verna (7’ s.t. Lazzari), Di Tacchio, Sanseverino (24’ s.t. Gatto), Peralta, Eusepi (28’ s..t. Cani), Mannini. All. Gattuso
Gol: 31’ Cissè
Ammoniti Buzzegoli, Cissè
Arbitro: Sacchi di Macerata

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018