Queste le dichiarazioni di D’Angelo al termine di Viterbese-Pisa. L’allenatore neroazzurro analizza ciò che ha portato alla sconfitta e all’eliminazione dalla Coppa Italia.

Questo il commento di D’Angelo: “non avremmo meritato di perdere, penso che questo sia palese, ma nel calcio chi fa più gol deve vincere le partite. A livello di gioco abbiamo fatto meglio, nel finale eravamo stanchi e siamo andati in difficoltà. Abbiamo giocato tantissime gare in questi ultimi giorni. Ormai la partita era in pugno, ma una volta preso il pari l’inerzia della gara era della Viterbese che poi l’ha vinta. L’avevamo interpretata nella maniera giusta perché la VIiterbese nel primo tempo l’abbiamo messa molto in difficoltà. Poi nella seconda frazione eravamo anche passati in vantaggio. Di negativo l’ultimo quarto d’ora, parte del merito anche alla Viterbese. Dovevamo congelare la gara, ma si è palesata a mio avviso una condizione fisica non massima, non positiva a causa del fatto che abbiamo giocato tante partite in pochi giorni. Ci tenevamo a passare il turno, lo avevamo dimostrato. 6-7 giocatori che erano in campo non giocavano da tempo. Mi dispiace per i tifosi che sono venuti a Viterbo. La squadra ha fatto un’ora di grande calcio. Le partite si vincono, si perdono o si pareggiano. Ci dobbiamo concentrare sulla gara di sabato ad Olbia.”

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018