Pisa torna a rendere omaggio al grande scienziato Galileo Galilei. Per il sesto anno, il prossimo 15 febbraio la città celebra la giornata in cui Galileo Galilei nacque, nel 1564, con un ricco programma di eventi curato da Comune di Pisa, Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno, Direzione regionale musei della Toscana, Museo Nazionale di Palazzo Reale, Scuola Normale Superiore, Archivio di Stato di Pisa, Università di Pisa, Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa, Museo degli Strumenti di Fisica-Ludoteca Scientifica (Sistema Museale di Ateneo), Museo della Grafica, EGO – Osservatorio Gravitazionale Europeo, in collaborazione con associazione Astrofili Pisani “Galileo Galilei”, Collego, Mura di Pisa (Coop Culture, Itinera e Promocultura), Teatri della Resistenza, Gipsoteca di Arte Antica, Edizioni ETS.

 

Il programma delle iniziative che si tengono a Pisa dal 15 al 20 febbraio è stato presentato a Palazzo Gambacorti. Erano presenti in conferenza stampa l’assessore al turismo Paolo Pesciatini, il delegato del Rettore dell’Università di Pisa ai rapporti con il territorio Marco Macchia, il soprintendente Valerio Tesi, il direttore del Museo degli strumenti di Fisica e docente di Fisica dell’Università di Pisa Sergio Giudici, il direttore del Museo nazionale di Palazzo Reale Pierluigi Nieri, il direttore dell’Archivio di Stato di Pisa Jaleh Bahrabadi, il direttore Alessandro Tosi e il presidente del museo della Grafica Elena del Rosso, per Ego Virgo Vincenzo Napolano, per le Mura di Pisa Raffaele Zortea, per i Teatri della Resistenza, Dario Focardi e Riccardo di Nasso di Collego.

 

“Le giornate galileiane – dichiara l’assessore Paolo Pesciatini -, istituite nel 2019, hanno visto ogni anno aumentare il numero delle iniziative, assumendo oltre al carattere di divulgazione e trasferimento delle conoscenze, quello di attrazione turistica. Quest’anno ricorrono i 460 anni dalla nascita di Galileo. Il programma è ricchissimo e comprende osservazioni astronomiche dalla torre del Cantone e dalle Mura, esperimenti galileiani, laboratori, itinerari ludici e Lego in Logge dei Banchi, incontri alla Gipsoteca, mostre all’Archivio di Stato, concerti dedicati alla musica del tempo e alle opere del padre Vincenzo e performance teatrali di quadri viventi che coinvolgono i musei cittadini. Questi ultimi realizzati da “Tableaux Vivants” e dedicati alla figura di Artemisia Gentileschi, figlia del pisano Orazio: prima donna ammessa nel 1616 all’Accademia delle Arti e del disegno di cui era membro anche Galileo dal 1613 con il quale instaurò una corrispondenza epistolare.  Con queste giornate vogliamo celebrare Galileo anche per la sua visione unitaria della cultura scientifico-umanistica, messaggio quanto mai attuale, di cui la nostra città, Pisa, che gli ha dato i natali, è ancora oggi massima espressione in virtù della sua Università e di tutti i centri del sapere e di ricerca”.

 

“Un programma particolarmente ricco quest’anno – spiega il direttore del Museo degli strumenti di Fisica e docente di Fisica dell’Università di Pisa Sergio Giudici – in cui abbiamo voluto coinvolgere anche la Soprintendenza di Pisa e il Museo Nazionale di Palazzo Reale perché alcune fonti biografiche di Galileo ci dicono che nel 1610 Galileo incontra il Granduca di Toscana, con molta probabilità proprio a Palazzo Reale, e in particolare nella Torre del Cantone, per mostragli il telecopio e fargli vedere i satelliti di Giove. Abbiamo voluto quindi aprire la torre al pubblico per replicare l’incontro tra Galileo e il Granduca, rendendo possibile ai partecipanti l’osservazione con gli strumenti del Museo degli strumenti di Fisica e della Ludoteca Scientifica. Ci saranno poi le attività sulle Mura di Pisa con iniziative per le scuole, esperimenti galileiani e passeggiate teatrali, oltre a due iniziative musicali perché alla famiglia Galilei si deve anche la nascita dell’acustica musicale.”

 

Il programma delle Giornate Galileiane

 

Giovedì 15 febbraio

ore 15.00

Museo degli Strumenti di Fisica-Ludoteca Scientifica. Cittadella Galileiana, Largo Renzo Spadoni

Inaugurazione delle Giornate Galileiane e nuova esposizione degli strumenti provenienti dalla Specola Pisana e dallo Studio di Fisica

Saluti istituzionali: Paolo Pesciatini (assessore al turismo del Comune di Pisa), Lorenzo Peruzzi (presidente del Sistema Museale di Ateneo), Ufficio Scolastico Provinciale di Pisa. Introduzione alle Giornate Galileiane e visita guidata all’esposizione permanente a cura di Claudio Luperini, curatore della collezione.

 

Dalle ore 17.00

Soprintendenza ABAP Pisa – Livorno e Museo Nazionale di Palazzo Reale, Lungarno Pacinotti, 46

Una storia cosmica, Galileo e il Granducato di Toscana

Visita performativa e osservazioni astronomiche dalla Torre del Cantone, a cura dei Teatri della Resistenza e degli astrofili del Dipartimento di Fisica e del Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pisa.

Replica dell’incontro tra Galileo e il granduca di Toscana, osservazione al telescopio dei Satelliti Medicei dalla Torre del Cantone con la strumentazione messa a disposizione dal dipartimento di Fisica si potranno osservare i Satelliti di Giove.

Orario degli accessi (ogni 45 minuti): ore 17:00, 17:45, 18:30, 19:15

Visite su prenotazione al numero 050 2214861

La Torre del Cantone è accessibile con una salita di circa cento gradini. Sono previste attività astronomiche accessibili alle persone con disabilità. Costi: 5 euro, 2 euro per i visitatori di età compresa tra i 18 e 25 anni, gratuito per i minori di anni 18.

 

Giovedì 15, venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 febbraio

ore 9.00 – 18.00

Archivio di Stato, Lungarno Mediceo, 17

Gli anni pisani di Galileo. Mostra documentaria

La mostra ripercorre, tramite gli originali conservati nell’Istituto, alcune tappe della formazione e della carriera accademica dello scienziato, a partire dal suo primo percorso formativo nella scuola pubblica “di primo grado”, passando per la sua immatricolazione all’Ateneo pisano, fino alla sua permanenza a Pisa in qualità di docente, alla scoperta del suo rapporto con la città e delle influenze che questa ebbe nella sua esperienza scientifica. Ore 11.00 e 16:00 Visite guidate in tutte le giornate con accesso libero (max 30 persone).

 

Venerdì 16 febbraio

ore 10.00-17.00

Mura di Pisa – Piazza dei Miracoli

Tra terra e cielo: dagli esperimenti galileiani ai monumenti di Pisa e le stelle

A cura della Ludoteca Scientifica

Ore 10:00 – 14:00, accesso riservato alle scuole su prenotazione (ingresso da Torre Piezometrica). Prenotazioni su www.muradipisa.it Gli accessi sono previsti ogni 30 minuti.

Ore 14:00 – 17:00, accesso a ingresso libero (ingresso da Torre Santa Maria).

Costi: 5 euro, gratuito per scuole, residenti del Comune di Pisa e bambini fino a 8 anni.

Tra gli esperimenti legati alla figura di Galileo, la Ludoteca Scientifica mostrerà un esperimento sull’isocronismo del pendolo e lo studio del moto dei gravi sul piano inclinato, la cui replica è stata realizzata dall’officina del Dipartimento di Fisica. Il racconto della storia e della vita di Galileo non sarebbe completo senza una dimostrazione del funzionamento del cannocchiale e senza il suo uso proiettando le macchie solari. L’esperienza sarà completata dai legami tra l’architettura di Piazza dei Miracoli e la volta celeste.

 

Ore 10.00-13.00 e 15.00-19.00

Logge dei Banchi

GALILEO EXPERIENCE: Lego, laboratori, mostre e itinerari inusuali con il grande scienziato

A cura di Collego, Associazione Astrofili Pisani “Galileo Galilei”

Ore 10:00 – 11:00 Laboratorio Lego Space (bambini)

Ore 11:00 – 12:00 Galileo e la Luna 1610 la sfera perfetta si infrange (tutti)

Ore 12:00 – 13:00 Scopri il Telescopio (tutti)

Ore 15:00 – 16:00 Astro Kids il cannocchiale di Galileo + gioco a quiz – (bambini)

Ore 16:00 – 17:00 Laboratorio Lego Astro Speed – (bambini)

Ore 17:00 – 18:00 Galileo e Giove: i 4 astri erranti (tutti)

Ore 18:00 – 19:00 Galileo quiz a premi (tutti)

 

Ore 16:30 – Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, piazza dei Cavalieri

Ore 18:30 – Cripta della Chiesa di San Pietro in Vinculis (San Pierino) via Cavour

Performance di Tableaux vivants. I mille volti di Artemisia

Rappresentazione teatrale delle opere di Artemisia Gentileschi. Accesso gratuito

 

Sabato 17 Febbraio, ore 10.00-13.00 e 15.00-19.00

Logge dei Banchi

GALILEO EXPERIENCE: Lego, laboratori, mostre e itinerari inusuali con il grande scienziato

A cura di Collego, Associazione Astrofili Pisani “Galileo Galilei”

Ore 10:00 – 11:00 Astro Kids il cannocchiale di Galileo + gioco a quiz (bambini)

Ore 11:00 – 12:00 Galileo ed il Sole: Macchine ed altri accidenti (tutti)

Ore 11:00 – 12:00 Laboratorio Lego Space (bambini)

Ore 12:00 – 13:00 Osservazione Solare (tutti)

Ore 15:00 – 16:00 Galileo e la Luna 1610 la sfera perfetta si infrange (tutti)

Ore 16:00 – 17:00 Astro Kids il cannocchiale di galileo + gioco a quiz – (bambini)

Ore 17:00 – 18:00 Misuriamo la Luna: calcolo delle altezze dei monti lunari secondo il metodo galileiano (esperti)

Ore 18:00 – 19:00 Galileo quiz a premi (tutti)

Ore 16.00-19.30 Mura di Pisa

Ore 16.00-18.00 (ingresso da Torre Piezometrica)

Performance teatrale e osservazioni astronomiche delle macchie solari (ingresso da Torre Piezometrica)

Ore 18.30-19.30

Osservazioni astronomiche (ingresso da Torre di Santa Maria)

Prenotazione su www.muradipisa.it Costo: 5 euro

Ore 18.00

Gipsoteca di Arte Antica e Antiquarium, piazza San Paolo all’Orto, 21

Mappe della Terra, mappe del cosmo: da Galileo alle onde gravitazionali

A cura di Osservatorio Gravitazionale Europeo (EGO), con Alessandro De Angelis (Università di Padova e Lisbona) e Irene Fiori EGO/VIRGO. Modera Vincenzo Napolano (EGO/VIRGO)

Domenica 18 febbraio, ore 19.00

Museo della Grafica-Palazzo Lanfranchi, Lungarno Galileo Galilei, 9

Concerto dell’ensemble PassiSparsi “Vincenzo Galilei, il dissonante”

A seguire brindisi in onore di Galileo Galilei

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Martedì 20 febbraio, ore 18.00

Palazzo della Carovana, Sala degli Stemmi, piazza dei Cavalieri, 7

Il recitar cantando: la nascita dell’Opera e dell’Acustica musicale

Introduzione al concerto serale. Relatore Sergio Giudici, Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa. Ingresso libero e gratuito.

Ore 21.00

Teatro Verdi, via Palestro, 40

Le nuove musiche. La rivoluzione della monodia accompagnata nel Seicento italiano I concerti della Normale.

I Bassifondi

Monica Piccinini, soprano

Molti secoli fa non esisteva alcuna differenza tra la musica” classica” che si ascoltava nelle corti davanti a un selezionato gruppo di persone e la musica” popolare” che veniva eseguita per strada. Nel caso delle composizioni di questo concerto, tutte scritte nel 1600, ci troviamo di fronte a della musica fresca, orecchiabile, spesso attraversata da ritmi di danza. Melodie che vedono strumenti oggi insoliti come il colascione, la tiorba, la sordellina e una musica per un pubblico ben più numeroso della nicchia di appassionati a cui viene solitamente proposto. Biglietti in vendita al Teatro e su Vivaticket.

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.