La pace è un valore assoluto o essa non può che essere il risultato di un ordine mondiale basato su democrazia, libertà e giustizia?

È legittimo reagire con la violenza all’oppressione o il ricorso ad essa è sempre moralmente sbagliato?

Interrogativi che attraversano tutta la politica moderna, anzi forse la politica in quanto tale, ma che negli ultimi mesi sono tornati di drammatica attualità.

La Domus Mazziniana e l’Associazione Mazziniana organizzano Martedì 19 alle ore 18.00, presso la Domus Mazziniana (ingresso da Via M. d’Azeglio 14), un incontro per riflettere su questi temi a partire dalla figura di Giovanni Pioli, mazziniano, gandhiano, antifascista, riformatore religioso e padre dimenticato del movimento nonviolento italiano, e protagonista dell’ultimo volume di Umberto Mugnaini, Giovanni Pioli Un contributo alla storia della Nonviolenza italiana (Felici Editore, 2023).

Dialogheranno con l’autore, Umberto Mugnaini, studioso e attivista nel mondo dell’associazionismo pisano, il direttore scientifico della Domus Mazziniana, Pietro Finelli e il prof. Rocco Altieri, già docente di “Teoria e prassi della Nonviolenza” nel corso di laurea di Scienze per la pace dell’Università di Pisa, curatore dei Quaderni Satyāgraha del Centro Gandhi di Pisa.

Per informazioni e contatti: eventi@domusmazziniana.it – 05024174

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.