Il Puccini uomo, “L’Altro Giacomo” firmato da Renato Raimo, inizia il suo viaggio in questo intenso 2024, anno del Centenario dalla morte del grande compositore toscano.

Prima la Basilicata, poi – dopo il tour all’estero -, il ritorno in Toscana, al teatro degli Indifferenti di Barga e al teatro Verdi di Pisa (il 7 aprile): sono queste alcune delle date, altre verranno ufficializzate nelle prossime settimane, in calendario per “L’Altro Giacomo”, lo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Renato Raimo che racconta il Giacomo più intimo, senza cravatta e cappello, con il suo baffo e il sigaro acceso, i suoi amori e tutti i suoi disincanti, con quel guizzo ironico che fa parte del Dna toscano.

Uno spettacolo di prosa e di musica insieme, dove le arie più belle delle sue opere riportano in scena personaggi e caratteri che celebrano un grandioso genio italiano che è anche – e qui sta l’originalità dell’opera di Raimo – un uomo di passioni.

“Porto in scena l’animo irrequieto di Giacomo Puccini, senza giudizio né collocazione di merito, ma con l’umile ambizione di rendere omaggio alle sue granitiche fragilità e forti debolezze” afferma l’attore e regista che rivedremo in Rai, sul set della serie tv “Paradiso delle Signore”.

La direzione musicale è del M° Carlo Bernini che ha sostenuto e condiviso sin dagli inizi il progetto: “Filologicamente la mia direzione musicale ha cercato di riproporre i riferimenti alla sua grande produzione e di richiamare elementi che vanno a sposare perfettamente il contesto in cui scorre la storia dell’uomo, per dar valore a quegli incontri di vita che hanno contraddistinto il testo narrativo interpretato magistralmente da Renato Raimo. A questo proposito non potevano mancare il ‘Cortese Damigella’ dalla Manon Lescaut, ‘O soave Fanciulla’ dalla Bohème, il ‘Tra voi donne brune e bionde’ e ancora ‘Donna non Vidi Mai’, entrambe da Manon Lescaut, fino ad arrivare al ‘Un bel di Vedremo’ da Madame Butterfly e per finire l’eterno ed assoluto ‘Nessun dorma’ da Turandot. Ritengo sinceramente, dalla mia ormai vissuta esperienza artistica, che con ‘L’Altro Giacomo’ si realizzi quel perfetto connubio tra racconto e musica, un preciso equilibrio che ci pone davanti ad un affresco originale che ci fa scoprire non un conoscente, ma un uomo, perfino un amico: Puccini, Giacomo… era veramente uno di noi! Ritengo che ‘L’Altro Giacomo’, l’opera inedita dell’uomo, in occasione del centenario e non solo, meriti di essere diffusa in Italia e all’estero, avendo in sé la forza di consolidare la sua fama e catturare l’interesse di chi ancora forse non ne ha colta la grandezza”.

“Un anno importante per me il 2024 – conclude Renato Raimo – Interpretare in Italia e all’estero il ruolo di un grande maestro come Puccini inorgoglisce la mia toscanità. Una regia che è in fondo una scommessa, attrarre le nuove generazioni alla lirica facendo scoprire da vicino quell’uomo, genio, capace di generare la grande musica che il mondo intero ci invidia”.

Le date

“L’Altro Giacomo” (scritto insieme a Kris B. Writer), sarà il 13 gennaio nella rassegna “A Mimì-Teatro Festival Ferrandina” (Matera), il 5 aprile farà tappa al Teatro degli Indifferenti di Barga (Lucca) per poi approdare sul palco di Pisa domenica 7 aprile alle ore 17.

In scena, a fianco di Renato Raimo: Chiara Maria Battaglia nel ruolo di Elvira (moglie di Giacomo), Rachel Stellaci soprano, Vladimir Reutov tenore, Carlo Bernini e Massimo Salotti al pianoforte.

Una produzione Associazione Culturale Green_Theatre e Fondazione Festival Pucciniano che ha ottenuto il sostegno presso l’Unesco dal Comitato per le Celebrazioni Pucciniane e dal Comune di Lucca.

Le prevendite al Teatro Verdi di Pisa sono già in corso presso la biglietteria del Teatro Verdi di via Palestro e sul circuito Vivaticket

Commenti

Condividi
Direttore responsabile di Sestaporta.news. Giornalista pubblicista ha lavorato dieci anni a PuntoRadio come redattrice e speaker. Collaboratrice per il quotidiano La Nazione, ha inoltre diretto l'ufficio stampa dei Comitati territoriale e regionale dell'ente di promozione sportiva Uisp.