Il difensore cresciuto nel Novara e in prestito dalla Juventus al Pisa alla prima chiamata con gli azzurrini: “Joao Cancelo il mio punto di riferimento, il mister mi spinge a crossare tanto”.

Sul sito della Figc il calciatore nerazzurro Tommaso Barbieri ha commentato la sua prima convocazione in nazionale under 21. “Per me è un sogno essere qui a rappresentare l’Italia – ammette il difensore del Pisa -. Darò tutto me stesso per aiutare i miei compagni, obiettivo che cerco di raggiungere ogni giorno anche con il mio club”. A guidare il Pisa è Alberto Aquilani: “Un ottimo allenatore, che cerca molto il possesso palla. Nunziata, invece, punta molto a sviluppare il gioco sulle punte. Ma il mio compito in campo resta lo stesso”.

“Ovviamente alla Juve ci penso ed essere stato chiamato da questo club è un sogno, ma più che sul futuro voglio focalizzarmi sul presente. Di sicuro, giocare subito con i grandi mi ha aiutato. Gioco ovviamente dove vuole il mister, potrei farlo anche a sinistra, magari sbagliando qualche cross (ride, ndr), ma sono ovviamente a disposizione degli allenatori. I terzini sono importanti sia nella fase difensiva che in quella offensiva: Nunziata ci spinge a crossare tanto. Il mio punto di riferimento? In questo momento Joao Cancelo, anche se è difficile arrivare ai suoi livelli”. 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018