In sala stampa dopo il derby tra Lucchese e Pisa parlano Di Quinzio, D’Angelo e Marconi. Ecco le loro dichiarazioni.

Di Quinzio è il primo ad analizzare la gara: “Ci voleva questa vittoria, siamo contentissimi, ci siamo allenati per questo, per vincerla, specie dopo due sconfitte immeritate. Siamo contenti per noi, per la società e per tutti i tifosi che ci hanno seguito. Bravo il mister a cambiare e a provare una variante tattica, ho avuto molta libertà e abbiamo anche creato tanto. Abbiamo anche sudato e sofferto, ma è così nel calcio non ti regala niente nessuno. Questa nuova posizione mi soddisfa, ma io mi adatto in qualsiasi ruolo, ho sempre fatto la mezzala comunque. Quando sono rimasti in 10 abbiamo sofferto lì un po’ di più, ma eravamo molto stanchi. Il calcio è fatto di alti e bassi, ci siamo guadagnati un bel risultato. Bisogna guardare avanti”

Tocca poi a mister D’Angelo, visibilmente soddisfatto per la vittoria: “Partita giocata bene da noi, sofferta perché la Lucchese mentalmente aveva una situazione migliore della nostra. Abbiamo fatto un gran primo tempo, poi siamo calati fisicamente nella ripresa, l’espulsione poi ha cambiato il volto della gara, ma avremmo dovuto segnare il 2-0, cosa che abbiamo fatto ma non ho capito perché ce l’hanno annullato. I ragazzi hanno interpretato bene la partita e la disposizione tattica. Sono stati bravissimi Lisi e Zammarini sugli esterni, siamo tutti molto felici. Il fatto di giocare con una punta o due non cambia lo spirito della squadra. Masucci nel pomeriggio ha voluto provare a tutti i costi ieri, con i dottori ci siamo parlati e lui ha dato disponibilità con il bene placito dei dottori per giocare almeno una ventina di minuti. Lo ringraziamo per questo. In questa categoria il livellamento è totale e molte volte un gol sposta tutto l’indirizzamento di una partita. Penso che i ragazzi a livello di spirito ci siano sempre, oggi è capitato di fare una buona partita da tutti i punti di vista. Zammarini ha avuto diversi infortuni, ha avuto due mesi difficili, ma adesso sta bene e ci sarà molto utile da qui al prosieguo del torneo. I tifosi mi hanno stupito e li ringrazio, sono esigenti ed è giusto che sia così. Oggi erano tantissimi, di questo dobbiamo farne un vanto. Almeno per una porzione di gara forse potremmo recuperare Moscardelli la prossima partita.”

Marconi dopo Lucchese-Pisa

L’eroe di giornata Marconi conclude le interviste: “non ho visto altro se non la palla entrare, a rivedere il gol sono quasi sorpreso. I calci d’angolo sono così, se la palla arriva bene, altrimenti la prende un altro. Bravo Davide per l’assist, è andata bene. Fa piacere aver segnato questa rete, speriamo di dare qualche altra gioia. Sul fuorigioco ho parlato con l’arbitro, mi sarei dovuto disinteressare dell’azione e poi ho fatto anche fallo su Gabbia. Questo è un campionato difficile, puoi essere una squadra scarsa tre giorni prima, ci vuole equilibrio, la squadra ha qualità, ma ci sono giovani forti che dobbiamo aiutare a crescere. Non dobbiamo né esaltarci troppo né deprimerci.”

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018