Grande gioia per questo risultato ottenuto con una prestazione importante da parte del Pisa. D’Angelo, Beruatto e De Vitis sono soddisfatti, ma non si montano la testa. Ecco le loro dichiarazioni dopo il match.

D’Angelo: “Una vittoria da ricordare, ma tutte le vittorie danno gioia, è importante per i punti, la classifica, il morale e la gente che ci ha seguito. È stata una vittoria bella e meritata, siamo tutti molto soddisfatti. Siamo partiti bene e improvvisamente c’è stato un vento contrario che ci ha messo difficoltà, loro attaccavano anche molto alti grazie ai loro quattro attaccanti, ma ci sono stati molti errori tecnici da una parte e dall’altra per colpa del terreno di gioco. Nella ripresa abbiamo legittimato il nostro vantaggio. Cohen è un giocatore con buonissime qualità, deve abituarsi ai ritmi degli allenamenti, ma migliora sempre di più e questo gol non può che aiutarlo nel suo percorso di crescita. Nagy è un giocatore anch’esso molto bravo, non ha bisogno di abituarsi al calcio italiano perché lo conosce, deve solo adattarsi ai nostri ritmi e imparare i nomi dei ragazzi, praticamente l’abbiamo visto una volta sola in allenamento. Potevamo manovrare meglio nel primo tempo quando possibile, ma c’era poca tranquillità dovuta a vari fattori che influivano, dobbiamo essere più tranquilli come lo siamo stati nel secondo tempo, diventando pericolosi in almeno 6-7 occasioni. Siamo molto soddisfatti e abbiamo la maturità per capire che il campionato è appena cominciato. La classifica è bella, ma sappiamo che dobbiamo fare ancora un lungo cammino. Tifosi eccezionali, anche nel momento più difficile ci hanno dato una grossa mano. Vincere fuori casa contro una rivale, emoziona particolarmente. La vittoria la dedichiamo a loro”.

Beruatto: “Ho celebrato al meglio la partita da titolare con questa vittoria e sono molto contento. Soprattutto nel primo tempo ci hanno messo in difficoltà ma siamo bravi soprattutto ritrovando il vantaggio dopo il loro pari e questo un po’ li ha colpiti. Il vento ci ha infastidito un sacco soprattutto a livello fisico, ma abbiamo tenuto botta. Ora testa bassa e pedalare, non è mai facile vincere, ma siamo contenti”. 

De Vitis: “Sono contento, l’anno scorso è tardato ad arrivare il gol. Sono contento che il gol sia servito a spianare la strada alla vittoria che abbiamo fatto. Abbiamo fatto una gara di personalità contro un’ottima squadra che farà bene. Siamo partiti un po’ contratti ma siamo venuti fuori bene specialmente nel secondo tempo. Abbiamo lavorato molto sulla fase di non possesso e sulla linea difensiva, i risultati si stanno vedendo. Abbiamo cambiato parecchio rispetto all’anno scorso, ma anche i nuovi si sono inseriti veramente bene con tanta voglia.  Vincere aiuta bene a lavorare in settimana e preparare al meglio la gara di Vicenza”. 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018