Come già reso noto dal presidente Corrado nella giornata di ieri, per il Pisa in sala stampa parla solo l’allenatore D’Angelo, mentre i giocatori non sono stati concessi ai giornalisti. Sarà probabilmente così per molto tempo. Per l’Arzachena invece parla mister Giorico.

D’Angelo analizza la vittoria di oggi con i sardi dell’Arzachena: “Buona vittoria, ma non bisogna dimenticare che 10 giorni fa l’Arzachena aveva battuto il Siena e domenica scorsa non avrebbe meritato la sconfitta col Piacenza. Abbiamo giocato un buonissimo primo tempo, eravamo alla quarta partita in pochi giorni. La squadra nel complesso ha giocato bene, risaltano di più i realizzatori delle reti. Per Masi problema muscolare, niente di grave. Per Liotti una botta nel primo tempo, ho visto che faticava nel calciare e abbiamo deciso di cambiarlo. La soluzione tattica offensiva ci può stare, abbiamo cercato di capire chi avesse cercato di recuperare al meglio. C’è sembrato che Gaetano stesse meglio nel recupero. Questa è stata solo una valutazione fisica. Le partite per noi sono tutte importanti, il Pontedera sta facendo un buonissimo campionato. Siamo pronti e abbiamo giocato tantissime partite, ma abbiamo lo spirito giusto per affrontare questa partita. Queste sono le partite peggiori per i difensori perché con un vantaggio costruito dall’inizio possono capitare cali di concentrazione. Dei difensori nostri sono molto felice, miglioreranno col tempo. Non voglio commentare le parole del presidente. Ci sta essere criticati, fa parte del gioco. Dispiace che a Novara i giornali abbiano messo in risalto i rigori, ma qui no. Ognuno però fa il suo lavoro.”

Amareggiato per la partita il mister dell’Arzachena Giorico: “Ce la siamo complicati da soli, purtroppo è la verità. Il primo gol lo abbiamo preso subito, il secondo un regalo che abbiamo fatto al Pisa, cose che non si devono fare. Non sta né in cielo né in terra prendere un gol così. Abbiamo cercato di gestire addirittura e nel secondo tempo la partita si è giocata meno. La situazione è critica e complicata, soprattutto per via delle tantissime defezioni che abbiamo. Speriamo di recuperare qualche giocatore.”

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018