L’allenatore del Pisa Luca D’Angelo analizza la prestazione dei nerazzurri contro la Carrarese. All’Arena i nerazzurri avranno a disposizione due risultati su tre per passare il turno. In sala stampa commentano anche Masucci e Pesenti.

Ecco le parole del tecnico della squadra nerazzurra D’Angelo dalla sala stampa del “Dei Marmi” di Carrara: “In tutta onestà il primo tempo perdevamo, ma non demeritavamo. Loro sono stati molto bravi a fare anche il secondo. Avevamo avuto le palle per passare in vantaggio e pareggiare, ma il secondo gol è arrivato su demeriti nostri. Giochiamo all’attacco e ci sta prendere gol di questo tipo. Dopo abbiamo meritatamente pareggiato. Biasci non è stato nemmeno ammonito, Benedetti ha un taglio incredibile. La squadra ha reagito e grazie all’apporto del pubblico abbiamo pareggiato meritatamente. Volevo due difensori e due giocatori bravi nell’1vs1 sugli esterni. Lisi era preventivato entrasse nell’ultima mezz’ora e ha spaccato la partita. Per me sulla destra Lisi poteva far male e così è stato. All’Arena giochiamo con la stessa voglia di vincere la partita. Mercoledì il pubblico potrà incidere tantissimo. Pesenti sta giocando bene, così come Masucci e tutti gli altri. Avremmo potuto anche segnare il 3-2. Marconi pensiamo possa essere a disposizione mercoledì. “

Commenta anche Gaetano Masucci, autore del primo gol del Pisa: “Grosse emozioni, dobbiamo vedere il carattere di questa squadra, in un altro periodo non l’avremmo recuperata così. La devo rivedere, ma avevamo avuto 2-3 occasioni importanti noi. Bisogna anche saper capire gli episodi, il calcio è così. Il taglio di Benedetti è abbastanza profondo, andava almeno ammonito Biasci. La partita di ritorno sarà diversa, dovremo essere bravi e concentrati ed essere ancora più cinici. Diciamo che su quei palloni ci vado di testa, quest’anno son stato sfortunato di testa. Non era facile perché bisognava dargli forza, è stato un episodio che ci ha donato entusiasmo.”

Chiude Pesenti che si sblocca e mette il risultato sul 2-2: “Sul 2-0 ce l’eravamo vista brutta, ma questa squadra ha i coglioni e l’ha rimessa in piedi. Il risultato del 2-0 era bugiardo. Siamo rimasti sempre sul pezzo e ci abbiamo creduto. L’errore è stato proprio sul loro secondo gol perché abbiamo lasciato la difesa scoperta, loro giocano molto sulle ripartenze. Portiamo a casa questo pareggio, la prossima sarà un’altra battaglia. Questo gol non arrivava dalla partita contro la Pro Vercelli. Ci ho sempre creduto, ero un po’ giù di morale e ho cercato di farmi trovar pronto. All’Arena bisognerà giocare senza pensare di pareggiare, ma giocando per vincere. Sono convinto che con questo spirito faremo tante cose.”

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018