Dopo una serata di grande intensità, il tecnico dei nerazzurri Luca D’Angelo assieme ai calciatori Lisi e Mastinu commentano la sfida di questa sera contro l’Ascoli. Ecco le loro dichiarazioni:

D’Angelo: “Abbiamo giocato una grandissima squadra contro l’Ascoli, una squadra ben messa in campo, forte e organizzata. Aver vinto qui è una nota di merito, perché abbiamo fatto un gran primo tempo e nella ripresa, soprattutto nella parte finale, l’abbiamo gestita bene, soprattutto perché avevano inserito tanti giocatori offensivi, noi siamo stati pericolosi con qualche contropiede. Non abbiamo sofferto più di tanto la pressione. Era in crescita Mastinu durante le settimane, ha fatto un bel gol coadiuvato da Palombi che ha messo un grande filtrante per Marin che ha fatto un bell’assist. Mastinu ha fatto anche un grande assist per Marconi. Le assenze? Meglio averli tutti i giocatori, ma non temevo la mancanza di alcuni giocatori, perché quelli che hanno giocato si allenano bene durante la settimana e hanno dato le risposte che volevamo. Anche oggi ci sono stati risultati difficili da commentare perché duro per tutti questo campionato, dobbiamo aspettare la Reggina in casa nostra, sapendo che sarà una partita non semplice e noi stiamo bene per affrontare al meglio la gara. Ciò che mi è piaciuto di più è stata la prestazione col risultato, la squadra ha giocato bene e ha meritato di vincere. Forse potevamo essere un po’ più tranquilli all’inizio del secondo tempo, c’erano grandi spazi e invece ci eravamo un po’ impauriti dalla forza di spinta dell’Ascoli che non è mai stata pericolosa, ma avrebbe potuto riaprire la partita”.

Lisi: “Questa partita volevamo portarcela a casa, erano due partite che non giocato e oggi mi sentivo bene, sono contento per il risultato e la mia prestazione. Essendo un gruppo che da tre anni ci fa stare insieme a stretto contatto, questo facilita il lavoro del tecnico. Abbiamo preparato molto bene questa partita, nonostante i pochi giorni a disposizione. Abbiamo dato un gran segnale perché venivamo da due pareggi, abbiamo portato a casa questa vittoria e ora dobbiamo preparare bene la prossima sfida alla Reggina, per prepararci a questa nuova battaglia”.

Mastinu: “Sicuramente è stato un inizio che mi ha semplificato le cose, questa per me era la prima partita dopo tanto tempo dall’inizio e la sentivo ed è iniziata con un approccio fondamentale che ci deve accompagnare per tutto il resto della stagione. Negli episodi sono riuscito a entrare bene, magari non è stata una partita di grossa continuità, ma devo ringraziare i miei compagni che hanno sopperito alla mia cattiva condizione fisica che arriverà presto al top. Per noi l’importante è vincere, poi volta per volta vedremo dove arriveremo. Nella mia carriera ho cambiato tanti ruoli, possiamo definirla una costante, non ho troppi vincoli, ma sono un giocatore a tutto campo offensivo, da esterno a mezzala, passando per la trequarti, un ruolo che mi lascia più libero, sta tutto nell’entrare nei meccanismi già rodati di questa squadra. Se sono più soddisfatto del gol o dell’assist? L’assist, è la cosa che mi piace fare di più, in tutta la carriera mi è sempre piaciuto più fare l’assist man. Ci godiamo la vittoria fino a domani, poi la testa andrà subito alla Reggina”.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018