Dopo la partita in sala stampa parlano mister D’Angelo, capitan Moscardelli e il giovane portiere Campani, risultato determinante nella lotteria dei rigori. Per la Triestina invece interviste per mister Pavanel e Formiconi

Bomber e capitano, Davide Moscardelli è contento del risultato: “Mi trovo bene con tutti, siamo all’inizio, l’importante era riuscire a fare una buona prestazione, l’obiettivo è stato raggiunto. Sono contento, è andata bene, come esordio ufficiale non c’è male. L’impatto è stato positivo, so bene quanta passione c’è in questo stadio. Non vedevo l’ora di questo esordio, speriamo di continuare così. 

Mister D’Angelo analizza la partita e rivela anche i motivi dell’esclusione di alcuni giocatori: “A mio avviso abbiamo fatto un buonissimo primo tempo, siamo andati sotto immeritatamente, la squadra ha fatto una buonissima gara tenendo conto del valore degli avversari. Avevamo parecchie defezioni e un solo giocatore di ruolo. Per l’espulsione ho protestato in maniera troppo animata, giusto così. Ingrosso aveva un dolore al tallone, Cernigoi ha avvertito ieri un problemino fisico, mentre Voltolini è in partenza. Siamo soddisfatti dei due giovani in campo Campani e Bechini, quest’ultimo è un ragazzo molto attento che si deve costruire fisicamente, ma ha tutte le possibilità di darci una mano. Il portiere si vede nella gestione della partita e lui si è fatto valere. De Vitis nasce come centrocampista, di grande intelligenza e stanno bene dove li metti”.

Emozionato e soddisfatto il giovane Campani: “Vorrei ringraziare lo staff, il mister e la società che mi hanno dato questa opportunità di giocare. Spero di averla colta e di aver aiutato la squadra. Le mie emozioni sono forti, è stato il mio esordio ufficiale. Posso fare molto meglio e analizzeremo tutti i dettagli col mister. L’aspirazione è quella di fare sempre bene tutti i giorni, poi quello che viene viene. All’inizio non nego di esser stato abbastanza teso, piano piano mi sono sciolto, mi hanno aiutato molto i compagni, questo mi ha aiutato molto e sono entrato in partita. Adesso penseremo alla partita contro la Cremonese. Le sensazioni del rigore parato sono belle emozioni, l’ho intuito e sono molto contento. Credo che comunque la difesa, come propri di ruolo non c’erano, ma De Vitis è un grande giocatore ed è stato una sicurezza, a prescindere dal ruolo naturale, così come gli altri chiamati in causa.”

Pavanel, mister della Triestina, commenta così la partita: “Sono contento della prestazione dei ragazzi, abbiamo dovuto ribaltare tutta la preparazione, dato che sono state annullate alcune amichevoli e abbiamo rivisto tutto il programma. Abbiamo tenuto bene il campo nonostante tutto. Al Pisa mancavano alcuni giocatori top, così come noi, a cui mancava Arma. Faremo il meglio possibile, l’obiettivo è quello di un buon piazzamento in chiave playoff”.

Per la Triestina parla anche Formiconi: “Partita molto combattuta, i rigori hanno dato ragione al Pisa. Ho giocato solo pochi minuti, ma l’impatto è stato positivo. Sì, il Pisa mi ha cercato in questa sessione di mercato, conosco mister D’Angelo, con lui ho un buon rapporto, ma sono contento della scelta professionale che ho fatto.”

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018