A fine gara D’Angelo, Sibilli e Meroni commentano Pisa-Brescia con grande entusiasmo. Queste le loro dichiarazioni dalla sala stampa dell’Arena Garibaldi.

D’Angelo: “Il Brescia era partito meglio, ma abbiamo creato tanto, prendendo campo e segnando un bel gol con Lisi. Potevamo anche raddoppiare e il rammarico sta proprio qui, perché nella prima parte della ripresa tante palle sono passate in mezzo e Joronen è stato molto bravo dal canto suo, così come Perilli nelle conclusioni ravvicinate. Abbiamo preso anche due pali. Meroni si sta confermando un giocatore importante e Benedetti sono ormai 7-8 partite che ha ritrovato la giusta continuità. Sugli infortuni sono più preoccupato per Belli perché ha sentito qualcosa ed è uscito per questo. De Vitis invece era solo affaticato. Conto però di recuperarli entrambi per venerdì. Venerdì saremo ospiti dell’Entella poi dovremo recuperare la partita col Frosinone, ma prima di tutto dobbiamo pensare al match di venerdì che si svolgerà su un campo piccolo e sintetico su cui è difficile giocare. Arriveremo preparati”.

Sibilli: “Per noi stata una partita bella tosta, come ci aspettavamo. L’abbiamo però interpretata nel migliore dei modi e alla fine l’abbiamo portata a casa. Ho fatto bene così’ come i miei compagni. Sono contento che il mister mi abbia dato fiducia che voglio ripagare sul campo. Ho fatto tutti i ruoli dell’attacco e tutto quello che mi viene chiesto faccio. Non mi aspettavo di avere questo impatto con questa categoria, comunque difficile, ma grazie alla squadra mi sto ritagliando il mio spazio e sono contento per quello che stiamo facendo. Il primo step è la salvezza, poi vediamo se potremo toglierci qualche altra soddisfazione”.

Meroni: “Partita molto importante per continuare la striscia positiva anche dopo la sosta, siamo contenti del risultato e di non aver preso gol. I primi minuti sono partiti molto forte, arrivavano da un risultato pesante e ci siamo un po’ abbassati, ma poi abbiamo trovato le misure, ci siamo ricompattati e abbiamo fatto un’ottima partita con tutta la squadra. Sicuramente il nostro obiettivo principale era giungere alla salvezza, siamo sulla strada giusta dopo un periodo difficile iniziale. Il nostro obiettivo è questo e poi a quel punto cercheremo ancora di migliorarci ancora, provando a migliorare il risultato dello scorso anno. Si è creata una bella intesa con tutto il reparto, ogni partita ci troviamo molto bene, siamo stati bravi a rimanere corti, insieme siamo riusciti a non subire gol contro un ottimo avversario”.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018