Alla fine della partita parlano in sala stampa l’esordiente Fischer, l’uomo partita Minesso, Di Quinzio e l’allenatore nerazzurro D’Angelo. Per il Novara invece l’intervento del tecnico Sannino.

Queste le parole dell’allenatore del Novara Sannino: “Eravamo arrivati qui per provare a fermare questo Pisa. Noi dovevamo però cimentarci già in ottica playoff e questo non è stato fatto. Nel primo tempo non ci hanno concesso niente e il risultato non fa una grinza. Non mi piace guardare quello che hanno fatto di buFischerono gli altri, al di là dei complimenti, ma voglio vedere gli errori che abbiamo fatto noi. Se noi siamo quelli di oggi sicuramente non siamo pronti per fare la partita della vita a Siena sabato prossimo. Devo capire quanto abbiamo fatto male noi e quanto ha fatto bene il Pisa.

Così ha parlato Di Quinzio: “Puntavamo ad essere la miglior terza, ci siamo riusciti e va bene così. Il vantaggio c’è perché facendo due pareggi passi. Ma noi punteremo a vincere tutte le partite. Ai playoff devi star bene fisicamente e mentalmente. Tutti sono fondamentali per noi. Il rigore era netto, mi ha incrociato le gambe da dietro Mallamo, non c’è dubbio su questo. Fischer si sta allenando con noi da un po’. Pian piano questi giovani cresceranno, siamo felici tutti per il suo esordio.”

Fischer ha esordito a soli 15 anni: “Sono stati pochi minuti giocati, ma è stata una emozione unica, ringrazio il mister e tutta la squadr ache mi hanno dato questa possibilità. Questo è il quinto anno che sono a Pisa, ho fatto tutta la trafila delle squadre giovanili. All’inizio non giocavo nemmeno in Under 17, poi piano piano sono cresciuto, ho trovato i miei spazi e sono stato anche aggregato alla prima squadra. Non mi aspettavo la convocazione per Busto, è stata una bella sorpresa. Il giocatore che mi piace di più attualmente è Cancelo. “

Minesso analizza la partita e la sua prima tripletta: “Prima tripletta in carriera per me, ho cercato anche il quarto, ma me lo sono risparmiato per i playoff. Poteva sembrare una partita semplice oggi, ma non lo era. Il Novara non va a fare brutte figure in trasferta. Credo che oggi abbiamo fatto una buona partita. Una partita vinta 3-0 non significa non aver fatto errori, ma possiamo ritenerci soddisfatti. Adesso ricarichiamo le pile e ci prepariamo per i playoff. Vogliamo esprimerci come abbiamo fatto in campionato, qualcosa di buono abbiamo fatto, ma dobbiamo solo ripeterci. Questo è stato un girone di ritorno importante. Siamo un gruppo di giocatori che dimostrano di avere grande personalità e grande disponibilità.”

D’Angelo chiude parlando a tutto tondo: “Noi sapevamo che dovevamo giocare bene per vincere e siamo partiti bene fortissimo e con l’uno-due di Minesso ci siamo spianati la strada; nel secondo tempo abbiamo poi triplicato e controllato contro un Novara che comunque ha messo in campo una formazione di valore. I diffidati in campo se fossero stati ammoniti non sarebbe stato un problema. Solo Messi nel calcio sposta gli equilibri da solo. Pesenti ha giocato molto bene, ha giocato per la squadra, Per quanto riguarda il rigore Minesso era il rigorista designato. Ha vinto l’Entella, la classifica difficilmente mente a fine campionato, i verdetti mi sono sembrati giusti. Abbiamo fatto un grande torneo, puntavamo ad arrivare nelle primissime posizioni e secondo me non abbiamo giocato così male come ho letto nel girone d’andata. De Vitis era pronto, da martedì anche Liotti sarà pronto per allenarsi in gruppo. Puntiamo ad avere Verna a disposizione per la prima gara dei playoff.” 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018