Non solo l’amichevole con il Ponsacco nella giornata di ieri. Il Pisa infatti è stato protagonista di un lungo servizio su Sky che ha intervistato il presidente Corrado ed alcuni giocatori. Il focus è sulla squadra prima in classifica in Serie B, ma il tema centrale resta sempre quello di Lorenzo Lucca, oggi impegnato con l’Italia Under 21.

Queste le parole del presidente Giuseppe Corrado: “Ci chiedono tutti di Lucca. Si tratta di un ragazzo promettente, lo abbiamo voluto a ogni costo e sta facendo bene. Deve però fare un percorso di crescita e mi auguro che il Pisa possa farglielo fare. Secondo me il ragazzo è il centravanti per i prossimi 10 anni della nazionale. Non lo abbiamo preso facilmente, abbiamo lavorato a questa operazione per più di un anno e alla fine abbiamo avuto l’intraprendenza e il coraggio di acquistarlo, accettando il prezzo che ci è stato fatto dal Palermo. Con tutta questa fatica per prenderlo non abbiamo certo fretta di venderlo. Il ragazzo non ci ha sorpreso, sta facendo ciò che ci aspettavamo da lui”.

Anche Robert Gucher ha parlato ai microfoni di Sky di Lorenzo Lucca: “Si è approcciato alla squadra da giocatore esperto, con grande voglia di sfondare per raggiungere il top il prima possibile. Nessuno di noi si aspettava una partenza così, adesso sta a noi veterani tenerlo coi piedi per terra”.

Alessandro De Vitis infine parla del gruppo, ma anche il centrocampista nerazzurro risponde a una precisa domanda sul giovane attaccante della nazionale under 21: “La forza della nostra squadra è il gruppo. Siamo sani e siamo stati costruiti in questi cinque anni, gettando le basi per confermarci e migliorare anno dopo anno. Ora arrivano i primi frutti. Siamo partiti molto bene in questo inizio di stagione, ma è anche vero che abbiamo giocato solo sette partite. Lucca? Da quando è qui ha fatto vedere diti importantissime, ha qualcosa di speciale. Non solo perché è alto più di due metri, ma anche perché è veloce, ha tecnica e calcia indifferentemente sia di destro che di sinistro. Sa quello che vuole fare in ogni occasione e sta vivendo un grande momento. Dobbiamo farlo restare coi piedi per terra, è il nostro dovere di compagni, perché ci sono molte distrazioni in questo periodo. Il ragazzo però ha la testa sulle spalle e può continuare così”.

 

 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018