Il Pisa e altre 18 squadre presentano la documentazione per l’iscrizione al campionato di Serie B, ma non il Palermo, che non è riuscito a produrla per intero entro l’orario previsto. Lo riferisce la Lega B. Diverse le problematiche emerse in giornata, come la mancanza della fidejussione originale. Nei prossimi giorni verranno analizzate tutte le domande. Lucchesi aveva rassicurato i tifosi a Palermo, ma il bluff alla fine è stato servito. Il Palermo però riferisce di avere inviato tutta la documentazione alle 23.59. Il direttore finanziario di Arkus Network: “Tutto a posto, il Palermo è regolarmente iscritto”.

PALERMO OUT? – Incredibile (nemmeno tanto), ma vero. Il Palermo non ce l’ha fatta a iscriversi alla prossima Serie B. La Arkus e Lucchesi erano stati tutto il giorno al Barbera e lo stesso ex presidente del Pisa aveva rassicurato tutti: “Stiamo completando il lavoro, ci vorrà un altro po’ di tempo ma non c’è nessun problema. Sono sceso per tranquillizzare voi e attraverso voi i tifosi. Non abbiamo nessun problema economico, solo burocratico, i pagamenti sono stati fatti. Stiamo lavorando da stamattina”. Per completare l’iscrizione mancava la copia originale della fideiussione, ma non solo. Il clima in città si è fatto subito rovente con cinquanta tifosi radunati davanti gli uffici del Barbera. Sono state esplose anche due bombe carta ed è stato picchiato un giornalista. Il Palermo però riferisce di avere inviato tutta la documentazione alle 23.59 e che ci sia un “errore tecnologico” che ne ha impedito la trasmissione. Seguiranno certamente ulteriori colpi di scena. Secondo quanto riferisce Gianluca Di Marzio “il Palermo avrebbe inviato una pec alla Lega priva di requisiti, ovvero priva di allegato. Inoltre, secondo la procedura, la documentazione doveva essere anche consegnata a mano in sede.” Saranno determinanti i pareri di Deloitte e Covisoc (3-4 luglio), poi la parola finale la darà il Consiglio federale del 12.

NUOVI DETTAGLI – Da Gianluca Di Marzio: Parla Tuttolomondo, direttore finanziario di Arkus Network: “Si è diffusa una notizia non vera. Abbiamo pagato tutte le pendenze funzionali all’iscrizione, il problema è nato non per noi. La fideiussione è stata chiesta dieci giorni fa pagando il corrispettivo, se non che alle 21 la compagnia Albo Ivas (compagnia estera riconosciuta in Italia) ci comunicava che sarebbe stata rilasciata in ritardo per un problema tecnologico. La Lega B è a conoscenza di tutto e presumiamo, salvo errori, che la fideiussione arriverà. La Lega di B non dovrebbe creare problemi, hanno riscontrato le nostre fondate ragioni. Posso confermare che il Palermo è regolarmente iscritto. La compagnia ha notificato alla Lega B il ritardo, per noi però non arriverebbe in ritardo perché c’è una causa di forza maggiore. La fideiussione l’abbiamo pagata già settimana scorsa. Se la compagnia certifica un ritardo non è colpa mia”. 

Nel frattempo è intervenuto sulla questione anche il Sindaco di Palermo:

RIAMMISSIONI – Mentre si attende un comunicato ufficiale nonostante le dichiarazioni ufficiose, a meno di ulteriori colpi di scena, cresce adesso l’interesse per le riammissioni in Serie B, con le squadre che potranno prendere il posto del Palermo se presenteranno la documentazione necessaria entro il 5 luglio. Il Venezia parte dunque favorito per la riammissione. Nel frattempo la Lega B dovrà anche deliberare sulle domande arrivate e chissà che non si scopra qualche altra magagna, dopo le incertezze di alcuni club nei giorni scorsi. La Serie B comunque non è nato sotto una buona stella.

in aggiornamento 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018